“Adrian? Il più grande flop che non ho mai fatto…”


Teo Teocoli è stato intervistato da La Repubblica.

L’intervista di Claudia Mori, rilasciata recentemente a La Repubblica, ha provocato inevitabili polemiche a causa della sua analisi riguardante le prime quattro puntate di Adrian, trasmesse su Canale 5 a cavallo tra gennaio e febbraio, che è apparsa tutt’altro che oggettiva.

Al di là del discorso riguardante gli ascolti, però, la moglie di Adriano Celentano ha accennato qualcosa anche riguardo coloro che sono “fuggiti” dal programma come Teo Teocoli o Michelle Hunziker.

Teo Teocoli ha fornito la propria versione riguardo la “non-esperienza” ad Adrian in un’intervista sempre concessa a La Repubblica.

L’attore e comico milanese, amico di vecchia data e imitatore del Molleggiato, ha esordito, dichiarando che il progetto di Adrian gli ha recato un danno professionale:

Febbraio e marzo me li sono bruciati per colpa di Adrian. Ho perso serate nei locali, aspettando di registrare il più grande flop della tv che non ho mai fatto. Altro che quello che dice Claudia Mori. Ma quale traditore! Fanno le cose tra di loro, non ti raccontano niente. Ma c’è un limite.

Teo Teocoli ha dichiarato che Adriano Celentano lo contattò a dicembre, proponendogli una parte ben precisa:

Ricevo una telefonata di Adriano: “Teo, uè, stavolta ce l’hai fatta. Sarai me”. “Ma se lo faccio da cinquant’anni, Adriano”. “No, canterai non i successi, ma le canzoni del rock’n’roll”, mi dice. Io le so tutte a memoria perché c’ero. “Parliamone”, rispondo. Mai più visto, né sentito.

Teocoli, però, si sarebbe successivamente accordato con Claudia Mori e invitato alle prove dello spettacolo Aspettando Adrian, andato in onda dal Teatro Camploy di Verona. Le prove sommarie alle quali avrebbe preso parte l’avrebbero convinto, quindi, ad abbandonare il progetto:

Arrivo lì, saluto la Hunziker, Ambra, di Adriano nemmeno l’ombra. Claudia dice che forse arriva qualche giorno dopo, il venerdì. Ma intanto l’orchestra non c’era, poi vengo a scoprire che è formata da soli cinque elementi, gli autori se ne stavano seduti ad aspettare perché senza Adriano non si poteva far niente. Ho capito che mi sarei trovato lì come un cretino a fare cose non scritte. Ho desistito.

Teo Teocoli ha anche aggiunto che Celentano avrebbe cambiato successivamente idea riguardo la sua imitazione e, a riguardo, l’attore 74enne ha una propria interpretazione circa questa presunta marcia indietro:

Poi, è arrivato il colpo di grazia. Claudia Mori chiama per dire di non prevedere stivaletti, cappello… “Quella roba non mi piace” ha detto. Sa che sono più bravo di lui a fare Celentano! Io non lo imito, lo sostituisco. A quel punto ho detto proprio basta. Gli voglio bene ma sul lavoro è un disastro. Ma perché non si limita a cantare? La sua voce migliora, il resto no.





http://www.tvblog.it/rss2.xml