Alleanza Rai – Zdf – France Tv, ecco i primi titoli annunciati


Sono stati annunciati a Series Mania i primi titoli dell’alleanza siglata tra la Rai, Zdf e France Tv, che co-produrranno alcune serie tv condividendo idee e sforzi economici

Una serie tv dedicata al genio di Leonardo Da Vinci in occasione del 500esimo dalla morte, un mistery, la trasposizione di un classico della letteratura ed una spy story. Sono questi i primi titoli a cui lavorerà il gruppo nato l’anno scorso e composto da tre broadcaster europei come la Rai, la tedesca Zdf e France Tv. Un’alleanza i cui progetti erano già stati anticipati in autunno, ma che ora ingrana la marcia e si mette a lavorare iniziando a preparare i primi set per quattro nuove produzioni, come annunciato oggi a Lille durante Series Mania.

L’obiettivo, spiega Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction, è “quello di iniziare a creare una comune alternativa europea ai nuovi player global”, puntando sui “valori della solidarietà, dell’inclusione, della diffusione della conoscenza” e su un pubblico, quello della tv generalista che, in un’epoca di offerte che tendono a frammentare sempre di più gli spettatori e le loro modalità di visione, va ricercato e stuzzicato con idee accattivanti ed ambiziose, che solo una co-produzione internazionale sembra poter garantire.

Ecco quindi, che i tre broadcaster hanno deciso di fare fronte comune e di allearsi: i risultati inizieremo a vederli nel 2020, quando saranno pronte le prime serie tv che saranno distribuite e girate su più Paeesi. Quali saranno i primi titoli prodotti da questa Alleanza?

A breve inizieranno le riprese di Leonardo, serie biografica in otto episodi da 50 minuti che narrerà la vita del genio italiano a 500 anni dalla morte. La serie, che sarà prodotta dalla Lux Vide a cui si vede la saga televisiva de I Medici, sarà scritta da Steve Thompson e dovrebbe portare in tv un Leonardo Da Vinci gay ed anticonvenzionale, raccontato in chiave “detection” e tramite gli occhi di Caterina, una delle sue modelle, che potrebbe essere colei a cui si ispirò per realizzare Leda e il Cigno.

Il mistery sarà invece rappresentato da Sopravvissuti, dodici episodi da 50 minuti le cui riprese dovrebbero iniziare nel 2020 e vedrà protagonisti un gruppo di sette persone, a bordo della barca a vela Arianna e che, dopo una violenta tempesta, fa perdere le proprie tracce. L’equipaggio viene dichiarato scomparso, ma dopo un anno alcuni suoi membri vengono ritrovati: i sopravvissuti, però, sembrano nascondere un segreto.

Il giro del mondo in 80 giorni rivisiterà il classico di Jules Verne: le riprese degli otto episodi da 50 minuti inizieranno in autunno e racconteranno la scommessa di Sir Phileas Fogg, che deve attraversare il mondo in soli ottanta giorni, accompagnato dal maggiordomo Passpartout (Ahmed Sylla) e dalla giornalista in cerca di uno scoop Abigail Fix.

Infine, la spy story: Mirage, le cui riprese partiranno ad aprile, sarà ambientato ad Abu Dhabi ed avrà come protagonista un esperto di sicurezza per i sistemi nucleari preso di mira dalla Cia. Quattro progetti, quattro idee che, grazie a questa Alleanza, vengono condivise da subito, permettendo di valorizzare l’apporto editoriale di ogni singolo partner e di superare la semplice idea di condivisione economica per raggiunge il miglior risultato possibile anche in termini di racconto.



http://www.tvblog.it/rss2.xml