Atalanta-Chievo 1-1: Ilicic replica a Meggiorini, ma è frenata europea dei nerazzurri



BERGAMO – Dopo due vittorie di fila contro Fiorentina e Sampdoria, l’Atalanta tira il fiato e pareggia in casa contro il fanalino di coda Chievo perdendo così l’occasione di guadagnare preziosi punti in zona Europa. Ottima prova difensiva dei veneti (anche più che energica con sette ammoniti alla fine) che passano nel primo tempo grazie a Meggiorini. Nella ripresa assedio orobico e pareggio di Ilicic. Poi Masiello fallisce il colpo da tre punti.

MEGGIORINI SORPRENDE L’ATALANTA  –  3-4-1-2 per Gasperini che schiera Ilicic e Zapata in attacco con Gomez a supporto. de Roon e Freuler a centrocampo con Hateboer e Gosens sugli esterni. In difesa Mancini, Djimsiti e Masiello. Confermato Gollini in porta. 3-5-2 per Di Carlo con Meggiorini e Stepinski in attacco. In mezzo al campo Giaccherini, Dioussè ed Hetemaj con Depaoli e Jaroszynski esterni. In difesa Andreolli, Cesar e Barba. Inizio timido dei bergamaschi con il Chievo che è aggressivo e chiude ogni spazio. I nerazzurri però salgono di tono dopo il quarto d’ora quando Gomez impegna Sorrentino. Viene annullato un gol per fuorigioco a Giaccherini, mentre il Papu ci riprova al 23′ da lontano ma non trova la porta. Un minuto dopo chance per Zapata che però calcia sull’esterno della rete. Sorrentino è decisivo al 31′ quando, dopo un assist di Zapata, ferma Gomez a due metri dalla rete. Al minuto 32′ il Chievo sorprende l’Atalanta con un lancio lungo per Meggiorini, Gollini esce e tocca la palla che però resta in area, l’attaccante in girata infila la porta ormai sguarnita.

PAREGGIA ILICIC – L’Atalanta torna in campo nella ripresa per pareggiare i conti e si riversa nella metà campo veneta. Quando il pressing clivense cala, i nerazzurri possono costruire e affondare. Al 54′ entra Castagne che rimpiazza Gosens e la corsia di sinistra dei padroni di casa diventa più veloce. Il pareggio arriva al 56′: Freuler per Zapata al limite che fa da sponda per Ilicic che penetra in area e davanti a Sorrentino non fallisce e firma l’1-1.

ASSEDIO OROBICO, MA IL CHIEVO TIENE – Galvanizzata dal gol, l’Atalanta preme sull’acceleratore alla ricerca del gol da tre punti. Al 60′ gran sinistro da fuori di Ilicic, ma Sorrentino respinge in angolo. La più grande occasione per i bergamaschi al 67′: cross dalla destra di Hateboer, Zapata colpisce di testa e in tal modo smarca sul secondo palo Masiello che però spara incredibilmente alto sopra la traversa. Il gol sbagliato frena un po’ l’Atalanta e consente al Chievo di riorganizzarsi in difesa. Nemmeno gli ingressi di Pasalic e Barrow cambiano molto gli equilibri. Nel finale scontro tra teste tra Zapata e Andreolli: ha la peggio il difensore veneto che deve uscire. Inutili gli ultimi assalti nei 6′ di recupero da parte dei nerazzurri.

Atalanta-Chievo 1-1 (0-1)
Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Djimsiti, Masiello (42’st Barrow); Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens (10’st Castagne); Gomez; Ilicic (32’st Pasalic), Zapata. In panchina: Ibañez, Reca, Palomino, Colpani, Pessina, Kulusevski, Piccoli, Berisha, Rossi. Allenatore: Gritti (Gasperini squalificato)
Chievo (3-5-2): Sorrentino; Andreolli (44’st Frey), Cesar, Barba; Depaoli, Giaccherini, Dioussè, Hetemaj, Jaroszynski; Meggiorini (25’st Pucciarelli), Stepinski (34’st Djordjevic). In panchina: Rossettini, Frey, Tanasijevic, Kiyine, Leris, Burruchaga, Vignato, Piazon, Pellissier, Semper. Allenatore: Di Carlo
Arbitro: Irrati di Pistoia
Reti: 32’pt Meggiorini; 10’st Ilicic
Ammoniti: Meggiorini, De Roon, Diousse, Hetemaj, Cesar, Andreolli, Depaoli, Giaccherini
Angoli: 10-1 per l’Atalanta
Recupero: 1′; 6′.