Atalanta, Gasperini non vuole scherzi: “Non sottovalutiamo il Chievo”


BERGAMO – Vietati cali di concentrazione. E’ questa la parola d’ordine in casa Atalanta in vista dell’impegno interno contro il Chievo fanalino di coda. E Gian Piero Gasperini, timoniere dei nerazzurri in piena corsa per un piazzamento che vale l’Europa, invita chiaramente i suoi uomini ad evitare di dare per scontato l’esito della gara.

GASPERINI: “VOGLIAMO PROSEGUIRE MOMENTO POSITIVO”

“Non sottovalutiamo di certo nessuno: le gare bisogna vincerle sul campo, e per farlo bisogna giocare bene e mettere in campo tutte le nostre caratteristiche – sottolinea l’allenatore dell’Atalanta nella tradizionale conferenza stampa alla vigilia -. Basta vedere le partite recenti giocate dal Chievo: sono state partite molto equilibrate fino alla fine. Veniamo da un momento favorevole e abbiamo grande fiducia e convinzione, ma sappiamo anche che le partite vanno conquistate sul campo. Abbiamo la possibilità di dare continuità ai risultati e metteremo la massima determinazione: vogliamo prolungare questo nostro momento”.

“IL CHIEVO SQUADRA VIVA, CHE GIOCA CON CORAGGIO”

Quindi il tecnico degli orobici si sofferma sull’avversario di giornata. “Il Chievo è una squadra viva che sta interpretando il campionato al meglio delle sue possibilità e sta giocando le partite con coraggio, nonostante un cammino difficile  – il giudizio di Gasperini – Contro Torino e Milan ha combattuto fino alla fine, anche altre gare recenti sono state all’insegna dell’equilibrio. Il rischio è di parlare d’altro e non del confronto di domani, ma noi non lo corriamo. Poi non possiamo farci niente se dobbiamo leggere addirittura di Champions”.

“NON ABBIAMO NULLA IN MANO SE LAZIO VINCE IL RECUPERO”

Proprio riguardo alla corsa per un posto nelle coppe europee, il tecnico dell’Atalanta è netto e rimanda certe considerazioni alla sosta del campionato per gli impegni delle Nazionali. “La Fiorentina in questo momento è attardata ma non c’è nessuno che sia fuori dai giochi. Noi adesso non avremmo niente in mano, se la Lazio vincesse il recupero con l’Udinese: saremmo ottavi. Ecco perché sarà importante fare bene domani, poi durante la sosta si potrà fare il punto della situazione – conclude Gasperini – Ma ora pensiamo solamente al Chievo”.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica