Basket, Eurolega; Milano si gioca una fetta di playoff. Pianigiani: ”Contro il Panathinaikos sarà una battaglia”


MILANO – Non è uno spareggio ma poco ci manca. L’AX Milano, dopo aver sfiorato l’impresa mercoledì in casa del Real Madrid, si prepara alla cruciale sfida di venerdì sera (diretta web su www.repubblica.it alle ore 20:45) contro il Panathinaikos. I greci sono tornati prepotentemente in corsa playoff grazie alle ultime 5 vittorie consecutive. Coach Pianigiani presenta così la gara: “Siamo arrivati ad un punto in cui le partite saranno sempre più battaglie da vivere con tutte le energia rimaste. Useremo quelle per superare gli ultimi ostacoli, a cominciare da questo”.

“Siamo al rush finale”

Il calendario dice che al termine della stagione regolare mancano 3 partite, tutte in salita per l’Olimpia che, dopo il Pana, affronterà in casa giovedì prossimo la capolista Fenerbahce (che potrebbe essere già matematicamente sicura del primo posto) e infine il 4 aprile in trasferta l’Efes, anch’essa con grosse chance di aver già conquistato il pass per la fase ad eliminazione diretta. Pianigiani pensa però solo ai greci: “È il rush finale che ci aspettavamo. Il Panathinaikos viene da cinque vittorie in fila di cui tre in trasferta inclusa quella di Mosca all’ultimo secondo e questo dice tutto del suo stato di forma e fiducia. È una squadra che per noi può essere indigesta perché è molto fisica, in attacco cerca di spingere subito nei primi secondi forzando le difese a collassare in area. Il ritmo lo decide Calathes, che gioca la metà di tutti i pick and roll della squadra. Non hanno tante chiamate, ma tante situazioni che creano per le loro individualità contro le quali dovremo combattere, ad esempio contro DeShaun Thomas che gioca sia spalle a canestro che fuori. Difensivamente – ed è l’aspetto più importante – il Panathinaikos difende forte sulla palla, con tanti flottaggi e diverse tipi di scelte sul pick and roll che useranno per per spezzare il nostro ritmo. Noi siamo bravi a creare spazi e corridoi per attaccare uno contro uno o creare tiri aperti. Contro il loro tipo di difesa sarà più difficile. Penso che rimbalzi e punti in transizione saranno decisivi”.

Si gioca a Desio

L’appuntamento non è al Mediolanum Forum, ma a Desio: “Avremo qualche migliaio di tifosi in meno, ma mi aspetto la stessa spinta avuta contro Maccabi e Olympiacos – commenta Pianigiani -. La gente ha capito che questa squadra non molla mai e la apprezza. Comunque vada abbiamo lasciato una traccia, però vedo luce, vedo lo spiraglio per raggiungere i playoff. Cercheremo tutti insieme di approfittarne, cominciando con una vittoria sul Panathinaikos”.

Bagarre playoff

Oltre a Fenerbahce, Cska Mosca e Real Madrid possono ritenersi quasi al sicuro il già citato Efes ed anche il Barcellona che, dopo la trasferta bavarese in casa del Bayern, avrà gli ultimi due turni davanti al proprio pubblico contro le già eliminate Buducnost e Khimki. La vera bagarre quindi è per gli ultimi tre posti: in ballo ci sono Milano, Olympiacos, Baskonia, Panathinaikos e, leggermente più defilate, Zalgiris, Maccabi Tel Aviv e Bayern Monaco. Come detto il calendario non strizza l’occhio all’Olimpia, ma nemmeno il Baskonia può sorridere: Real Madrid ed Efes in terra basca e trasferta finale nella tana del Cska. Compito più in discesa per l’Olympiacos (Gran Canaria, Zalgiris e Darussafaka) mentre i cugini del Panathinaikos, dopo il viaggio in Lombardia, avranno Real Madrid e Buducnost. La lotta è apertissima.

LA CLASSIFICA – Fenerbahce 23-4; Cska Mosca 21-6; Real Madrid 21-6; Anadolu Efes 17-10; Barcellona 16-11; Olimpia Milano, Olympiacos, Baskonia e Panathinaikos 14-13; Zalgiris, Maccabi Tel Aviv e Bayern Monaco 12-15; Khimki 9-18; Gran Canaria 7-20; Buducnost 6-21; Darussafaka 4-23


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica