Basket, Nba: Clippers vedono playoff. A Est cadono Milwaukee e Toronto


WASHINGTON – Con i playoff in cassaforte, i Los Angeles Clippers (41-30) di Danilo Gallinari continuano a stupire portando a casa la settima vittoria nelle ultime otto uscite che vale il successo numero 300 da coach dei californiani per Doc Rivers. Sul parquet casalingo dello Staples Center, Gallinari e compagni soffrono più del previsto contro i Brooklyn Nets (36-36) piegati 119-116 con la tripla decisiva, allo scadere, di Lou Williams, a referto con 25 punti. 5 in più dell’azzurro, autore di un’altra bella prova (per lui anche 11 rimbalzi e 5 assist in 30 minuti di impiego). Gli ospiti, al terzo ko di fila, si consolano solo con i 32 punti firmati da D’Angelo Russell, top-scorer dell’incontro.

Super Giannis non basta ai Bucks

A Est cadono le prime due della classe. Milwaukee (52-18) perde in casa il big match di giornata contro Philadelphia 130-125, Toronto capitola a Detroit 110-107. Al Fiserv Forum lo show incredibile di Giannis Antetokounmpo non basta alla miglior squadra della Lega per avere la meglio sui Sixers (45-25) al quarto successo consecutivo e sempre più terza forza della Eastern Conference. Il greco fa segnare il suo massimo in carriera, sfiorando addirittura la tripla doppia: 52 punti, 16 rimbalzi e 7 assist. Dall’altra parte, l’altra stella presente sul parquet, Joel Embiid risponde con 40 punti, 15 rimbalzi e 6 assist. Uno spettacolo nello spettacolo, in una partita bellissima e combattuta a ritmi elevati che si accende nell’ultimo quarto con Butler ed Embiid che segnando 24 dei primi 29 punti ospiti ribaltando l’89-82 Bucks con cui si era chiuso il terzo periodo. A 1’18” dalla fine Phila è avanti di 4 lunghezze, la tripla di Big Jo Jo poi fa calare il sipario sulla sfida.


Basket, Nba: Clippers vedono playoff. A Est cadono Milwaukee e Toronto

Giannis Antetokounmpo

Toronto scivola a Detroit

A Detroit, invece, seconda vittoria consecutiva, la settima nelle ultime nove uscite per i Pistons (36-33) che battono i Raptors (49-21) al termine di una partita decisa nel finale. Canadesi costretti a rincorrere per tutto il primo tempo  chiuso con un ritardo di appena 3 lunghezze dopo aver toccato anche il -11, poi nella ripresa Siakam e Anonoby, coadiuvati da Leonard, portano Toronto sul +6. Nei 3′ finali, però, Detroit cala il break di 10-2 che fa volare i padroni di casa sul 108-102 a 14″ dalla sirena. Gli ospiti non ci stanno e accorciano con una tripla di Green, ma due liberi di Jackson allontanano i fantasmi di una clamorosa rimonta e consolidano il sesto posto a Est.

Le altre sfide

Successo casalingo anche per Houston (44-26), che si impongono per 117-102 sui Minnesota Timberwolves (32-38): decisivi, tra i texani, i 25 punti messi a segno da Chris Paul. Non bastano, ai Los Angeles Lakers (31-39), i 33 punti messi a segno da LeBron James: i gialloviola, ormai fuori dalla post-season, si arrendono anche alla peggior squadra dell’Est, i New York Knicks (14-56) che vincono in volata per 124-123. In chiave playoff successo importante tra le mura amiche per Miami (33-36) che batte Charlotte 93-75 respingendo proprio l’assalto degli Hornets (31-38) all’ottavo posto a Est. Resta in scia degli Heat, invece, Orlando (33-38) che non sbaglia in casa contro Atlanta (24-47): 101-91 il finale con Vucevic autore di una doppia doppia (27 punti e 20 rimbalzi). Non serve, invece, a Sacramento (34-35) la vittoria su Chicago (19-52) per 129-102 per avvicinare l’ottavo posto a Ovest.

I risultati

Houston Rockets-Minnesota Timberwolves 117-102; Los Angeles Clippers-Brooklyn Nets 119-116; Sacramento Kings-Chicago Bulls 129-102; Orlando Magic-Atlanta Hawks 101-91; Detroit Pistons-Toronto Raptors 110-107; Milwaukee Bucks-Philadelphia 76ers 125-130; Miami Heat-Charlotte Hornets 93-75; New York Knicks-Los Angeles Lakers 124-123.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica