Basket, Nba: Harden fa volare Houston, Gallinari spinge i Clippers. Ufficiale, LeBron e i Lakers fuori dai playoff


NEW YORK – Un grande Danilo Gallinari, un sontuoso James Harden che si abbatte sugli Spurs di Marco Belinelli e i Lakers di LeBron James che dicono ufficialmente addio all’obiettivo play-off. C’è davvero tanta carne al fuoco nelle gare della regular season Nba disputate nella notte italiana.

27 del Gallo, i Clippers vincono

Vincono i Clippers del “Gallo” che, ancora una volta, è il trascinatore della franchigia di Los Angeles che si impone per 110-108 sul parquet dei Cavaliers portando a casa un successo che vale il sesto posto a Ovest (43-30 il loro bilancio). L’azzurro, miglior realizzatore del match, mette a referto 27 punti, 3 assist e 3 rimbalzi. A dargli una mano, andando in doppia cifra, Gilgeous-Alexander (16), Lou Williams, 15, Harrell (14) e Shamet (13). I Cavaliers lottano, Kevin Love fa 22 punti e 8 rimbalzi, e sono 20 a testa quelli di Sexton e Clarkson, ma alla fine sono i Clippers a sorridere.


Basket, Nba: Harden fa volare Houston, Gallinari spinge i Clippers. Ufficiale, LeBron e i Lakers fuori dai playoff

Cleveland-Clippers, Gallinari in azione

Harden ne fa 61, San Antonio si inchina

Ottava posizione nella Western Conference, invece, per gli Spurs di Marco Belinelli (42-31) battuti a Houston per 111-105. Non che succeda raramente, ma quando James Harden è in una delle sue migliori serate c’è ben poco da fare per tutti e San Antonio non fa eccezione. Il “Barba” eguaglia infatti il suo massimo in carriera, mettendo a referto la bellezza di 61 punti (oltre a 7 rimbalzi e 1 assist) e facendo la differenza nel momento topico della gara. Ne fa 18 Chris Paul, 12 Gordon. Gli Spurs sono sempre in partita ed è buona anche la prestazione della guardia di San Giovanni in Persiceto, che dalla panchina fa registrare al suo attivo 11 punti, 2 rimbalzi e 2 assist. Il migliore tra gli ospiti è Bryn Forbes con 20 punti, vanno in doppia cifra anche White (18), DeRozan (16) e Aldridge (10), ma a vincere con un Harden devastante sono i Rockets, terzi a Ovest (46-27) e ormai vicinissimi alla certezza della post season.

Lebron e i Lakers fuori dai playoff

Da un grandissimo che ha vissuto un’altra serata di gloria, a un fenomeno che deve fare i conti con una stagione difficile, la prima con i Lakers. LeBron James e Los Angeles (31-42, 11esimo posto a Ovest), infatti, sono matematicamente fuori dai playoff dopo la sconfitta interna con i Brooklyn Nets che si impongono 111-106, nonostante i 33 punti e 20 rimbalzi di JaVale McGee e la ‘tripla doppia’ sfiorata dal “Prescelto” che mette a referto 25 punti, 14 assist e 9 rimbalzi. Vincono i Nets (38-36, settimi a Est) con Harris (26) e Russell (21) che superano quota 20. I Lakers, seconda franchigia più vincente della storia, mancano così la postseason per il sesto anno di fila, per LeBron è un boccone duro da mandare giù: guarderà in tv i playoff dopo aver giocato (2011-2014 Miami, 2015-2018 Cleveland) le ultime otto finali. 


Basket, Nba: Harden fa volare Houston, Gallinari spinge i Clippers. Ufficiale, LeBron e i Lakers fuori dai playoff

LeBron James prova a stoppare Carroll

Successi per Denver e Milwaukee

Nelle altre gare della notte vittorie per Denver Nuggets (111-93 sui Knicks con 21 punti e 17 rimbalzi per Nicola Jokic), Thunder (116-109 contro i Raptors, ko nonostante i 37 punti di Kawhi Leonard), Bucks (116-87 contro gli Heat con Giannis Antetokounmpo che ne fa 27) e Magic (123-119 sui Grizzlies, sconfitti nonostante i 23 punti e 24 rimbalzi di Jonas Valanciunas).

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica