Basket, Nba: Lakers affondano a Toronto, Indiana rimonta Oklahoma


WASHINGTON – Senza motivazioni e con i playoff ormai diventati un’utopia, il finale di stagione dei Los Angeles Lakers (31-37) sta diventando un’agonia. A Toronto, infatti, arriva la sesta sconfitta nelle ultime sette uscite: 111-98 il finale con i canadesi (49-20) che riscattano la brutta sconfitta rimediata contro Cleveland e restano in scia di Milwaukee, distante ora due gare e mezza. Senza Ingram e Ball, con Kuzma in serata negativa e con LeBron limitato nel minutaggio, per i californiani è davvero dura. Il Prescelto mette a segno 29 punti in 32′ in un match a senso unico che ha visto i Raptors prendere subito in mano il pallino del gioco per poi viaggiare col vantaggio in doppia cifra per tutta la ripresa.

Oklahoma spreca, Indiana vince

Consolida la terza piazza a Est Indiana (44-25), capace di rimontare 19 punti e battere Oklahoma City (42-27) 108-106 col canestro decisivo di Wesley Matthews a 1″8 dalla sirena. Importante anche l’apporto di Sabonis (26 punti), mentre ai Thunder non bastano i 36 punti del grande ex Paul George né la 27esima tripla doppia stagionale (19 punti, 14 rimbalzi e 11 assist) di Russell Westbrook. I Pacers si svegliano nel finale del terzo quarto quando sfiorano il -20, poi Sabonis e Bogdanovic (23) firmano il break che li porta addirittura sul +5  in apertura dell’ultima frazione (88-83). Il finale si gioca punto a punto, Paul George pareggia a pochi secondi dalla fine, poi però perde una palla importante a 25″ dalla sirena. I Pacers segnano con Matthews e dall’arco Westbrook sbaglia il possibile sorpasso allo scadere.

Ok Denver e Boston

A Ovest Denver (45-22) si conferma la seconda forza alle spalle di Golden State, beffando sulla sirena Dallas (27-41)  per 100-99. Canestro del sorpasso di Nikola Jokic (11 punti, 14 rimbalzi e 8 assist), miglior prestazione stagionale per Millsap (33 punti), mentre Luka Doncic chiude con 24 punti, ma ha sulla coscienza il libero sbagliato a 5″8 dalla fine che poteva valere il +2 per i Mavericks. A Est resta quinta Boston (42-27), trascinata da Kyrie Irving (31 punti, 12 assist e 10 rimbalzi, seconda tripla doppia in carriera dopo quella del 28 febbraio 2014 contro Utah) nel 126-120 su Sacramento (33-34). I Celtics risalgono da -17, merito anche di Jaylen Brown (22 pt) e Marcus Morris (21+13). Post-season sempre più vicina per Utah (39-29), che batte 120-100 Minnesota (32-37) con 24 punti di Mitchell e 18 di Crowder. Restano in scia dei playoff, invece, gli Orlando Magic (32-38) che battono Cleveland (17-52) 120-91.

I risultati

Indiana Pacers – Oklahoma City Thunder 108-106, Orlando Magic – Cleveland Cavaliers 120-91, Boston Celtics – Sacramento Kings 126-120, Toronto Raptors – Los Angeles Lakers 111-98, Utah Jazz – Minnesota Timberwolves 120-100, Denver Nuggets – Dallas Mavericks 100-99.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica