Basket, Nba: non basta Gallinari ai Clippers, a mani vuote anche Belinelli


NEW YORK – E’ una domenica avara di soddisfazioni per i cestisti italiani impegnati nella regular season Nba. Trasferte a mani vuote, infatti, sia per i Clippers di Danilo Gallinari che per gli Spurs di Marco Belinelli.

Clippers ko a Denver, 19 punti per Gallinari

La squadra di Los Angeles (33-28, ottava nella Western Conference) cede pesantemente (123-96) davanti ai quasi 20.000 spettatori del Pepsi Center di Denver. Contro la sua ex squadra l’ala di Sant’Angelo Lodigiano, partita nel quintetto base degli ospiti, realizza 19 punti in 24 minuti di impiego, conditi da 4 rimbalzi e un assist. Decisivi, per i Nuggets al quarto successo consecutivo (41-18 il bilancio, secondo posto a Ovest dietro ai Golden State Warriors), i 43 punti siglati dalla coppia composta da Nikola Jokic (22) e Paul Millsap (21). I padroni di casa partono subito forte (34-27 al primo quarto), arrivando all’intervallo lungo avanti 64-56, nel terzo periodo il team del Colorado allunga ulteriormente (97-77), per poi chiudere a +27. Per i Clippers non bastano i 24 punti di Lou Williams.

Belinelli e Spurs battuti a New York

Serata da dimenticare anche per Marco Belinelli: i suoi San Antonio Spurs (33-28, settimi a Ovest) incappano nel ko numero 28 in stagione al Madison Square Garden, battuti per 130-118 dai New York Knicks (12-48) che pongono fine a una serie di 18 sconfitte in casa. I migliori a canestro per la franchigia della ‘Grande Mela’ sono Kevin Knox, Dennis Smith Jr. y Emmanual Mudiay, 19 punti ciascuno, protagonisti della vittoria che a New York mancava dal primo dicembre. La squadra di casa passa subito avanti (30-26), arrivando a metà gara sul 62-53. Non cambia il trend nella seconda parte del match e New York chiude a +12. Il migliore a canestro degli Spurs è DeMar DeRozan, 32 punti, 18 per LaMarcus Aldridge. Otto punti e un rimbalzo in 24 minuti di gioco per il bolognese, partito dalla panchina.

Orlando sgambetta Toronto a domicilio

Nella terza partita disputata nella notte italiana, dopo sette affermazioni di fila, i Toronto Raptors (44-17, secondi a Est) perdono sul parquet amico, per 113-98, contro gli Orlando Magic (28-33, nona posizione a Est), che ringrazia i 23 punti infilati da Nikola Vucevic, top-scorer della serata.