Bayern-Liverpool: Kovac: “Il nostro pubblico farà la differenza”, Klopp: “Servono coraggio e alti ritmi”


MONACO DI BAVIERA – Quasi 20 anni fa, nell’ultimo scontro da calciatori, Klopp con il suo Mainz riuscì a eliminare dalla Coppa di Germania l’Amburgo di Kovac fornendo anche l’assist per il definitivo 2-0 a Ratkowski. L’attuale tecnico del Liverpool sogna di ripetere la scena in Champions, a Monaco di Baviera. Ma sa che non sarà affatto facile contro un Bayern che gli evoca i brutti ricordi della finale persa nel 2013 e che proverà a ottimizzare lo 0-0 strappato nell’andata degli ottavi a Anfield grazie alla spinta del pubblico di casa.

KLOPP: SERVIRA’ UNA GARA DI GRAN RITMO – “È una partita molto importante, ma non sarà l’unica da qui al termine della stagione”, dice Klopp quasi a voler togliere un po’ di pressione ai suoi. “Sono certo che sarà una grande partita. Servirà ritmo e dovremo fare le cose giuste al momento giusto. Il Bayern è una squadra di livello mondiale contro la quale bisogna difendere in ogni momento e mostrare sicurezza in fase di possesso. Dovremo essere coraggiosi e giocare il nostro miglior calcio”, sottolinea. “Il Bayern è in forma e questo rende le cose più difficili. Ad Anfield hanno giocato con rispetto e difeso benissimo, giocando meno in avanti di quanto non facciano di solito, ma questa volta non sarà così. Questo ci dovrebbe aprire degli spazi anche perché credo che i terzini del Bayern spingeranno di più rispetto all’andata”. La Futball Arena evoca bei ricordi al tecnico del Liverpool: “Mi è sempre piaciuto venire qui. Qui ad esempio abbiamo vinto la Coppa di Germania col Borussia Dortmund, quando passo da qui e vedo le luci rosse sono contento: significa che si sta per giocare una grande partita e per me è bello esserne parte”.

KOVAC: CONTO SU RIBERY E IL NOSTRO PUBBLICO – Niko Kovac, dal canto suo, spera che il fattore campo faccia la differenza: “Sono certo che il nostro pubblico ci spingerà come è capace di fare”, dice. Il tecnico bavarese, che ha recuperato Coman e Alaba, confida molto nell’apporto di Ribery e Rafinha. “Sono queste le partite che Franck ama di più. Lui ha la capacità di essere decisivo in gare di questo tipo. Rafinha nella ultime due partite ha fatto molto bene entrambe le fasi. Giocare a destra non sarà un problema per lui, visto che il suo ruolo originale è quello di terzino destro”. Manuel Neuer, seduto accanto al tecnico in conferenza è fiducioso. “Giochiamo in casa e vogliamo vincere questa partita. Credo che giocheremo in maniera più offensiva rispetto a quanto fatto ad Anfield. Rigori? La tensione che si prova ai rigori non è la stessa della partita e non è allenabile, quindi non lo facciamo nemmeno. Domani giochiamo in casa e i nostri tifosi si faranno molto sentire” ha detto Neuer che ha rivelato di indossare una protezione. “Da inizio febbraio in partita indosso un piccolo tutore al pollice, ma non mi causa alcun problema”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica