Champions: Simeone e Allegri sotto procedimento Uefa


ROMA – La Uefa ha avviato un procedimento nei confronti di Diego Simeone e Massimiliano Allegri “per condotta impropria” in occasione del match d’andata degli ottavi di finale di Champions League tra Atletico Madrid e Juventus. Il tecnico argentino è finito sotto inchiesta per la sua esultanza eccessiva in occasione del gol dell’1-0 di Gimenez, quando mostrò platealmente le ‘parti basse’: due giorni fa il Cholo si è difeso, scusandosi per il gesto “poco opportuno”, ma spiegando che l’intenzione era di mettere l’accento sulla sua squadra, dotata appunto di “‘huevos’ belli grandi”.

Sotto accusa per l’Uefa è finito, però, anche Massimiliano Allegri al quale sarebbe imputato il “ritardo nel calcio d’inizio del secondo tempo della gara”. In particolare, al tecnico livornese viene contestato lo stesso articolo legato al caso Simeone, cioè l’11.2 che riguarda “i principi di condotta etica, lealtà, integrità e sportività”. Sempre per quanto riguarda la gara disputata a Madrid una settimana fa, l’Atletico Madrid è stato deferito anche per lancio di oggetti e per le scale bloccate all’interno del Wanda Metropolitano. La Uefa deve ancora confermare le date in cui la posizione dei due allenatori verrà esaminata dalla Commissione Etica e Disciplinare.