Clima rovente in Rai, annullata conferenza stampa day time di Rai1


Situazione sempre più pesante a viale Mazzini, come finirà ?

Sessan'anni della Rai: il cavallo di Viale Mazzini

POST IN AGGIORNAMENTO

Che il clima fra quinto e settimo piano di viale Mazzini non fosse idilliaco era cosa nota e proprio da queste colonne vi abbiamo dato alcune motivazioni di questa situazione. Nelle ultime ore, complici alcuni sviluppi, come l’intervista del consigliere Rai Igor De Biasio, insieme alla questione Fazio relativa alla chiusura di Che fuori tempo che fa, la cui ultima puntata è prevista per questa sera, hanno fatto precipitare la situazione.

I rapporti fra l’AD Rai Fabrizio Salini e il direttore di Rai1 Teresa De Santis sono molto tesi, per dire un eufemismo e pare che fra le cose che li vedono contrapposti, una che li fa discutere molto è quella relativa ai palinsesti estivi del primo canale. Idee contrapposte fra di loro sui programmi e sui loro conduttori.

Ricordiamo che lo schema vede Roberto Poletti con Valentina Bisti a Unomattina Estate, Monica Marangoni nel programma delle 10, Pierluigi Diaco nella trasmissione del primo pomeriggio, quindi Beppe Convertini con Lisa Marzoli in Vita in diretta Estate. Pare che le incertezze siano concentrate sul pomeriggio, anche se potrebbe essere in qualche modo rivisto l’intero schema.

Mercoledì era prevista la conferenza stampa di presentazione di questo schema estivo di Rai1, ma, secondo quanto apprendiamo, pare che la conferenza sia a rischio, segno questo che i dissapori fra l’AD ed il direttore di Rai1 abbiano in qualche modo cancellato il disegno di questi palinsesti estivi. Il problema poi, non certo secondario, riguarda il perdurante rinvio delle nomine alle vice direzioni di Rai1, che rendono la gestione del canale particolarmente difficile.

In tutto questo i segnali politici che vengono dall’esterno sono piuttosto chiari, con la maggioranza di governo fatta da Cinque stelle e Lega che difendono l’operato dei loro rappresentanti in Rai e con la minoranza politica che chiede le dimissioni degli attuali vertici della tv pubblica.

Al momento, dopo la violenta discussione di oggi, la situazione appare di calma apparente, insomma una specie di “quiete dopo la tempesta” in attesa di ulteriori sviluppi che potrebbero arrivare nelle prossime ore, sembra infatti che le riunioni a viale Mazzini siano tuttora in corso. Nel frattempo secondo quanto apprendiamo i programmi estivi potrebbero slittare di una settimana, la prevista partenza del 10 giugno sarebbe posticipata al 17

giugno, con chi non è dato sapere al momento.



http://www.tvblog.it/rss2.xml