Dino Giarrusso e i manifesti elettorali da “iena”. Il programma si dissocia e avverte l’ex inviato


Dino Giarrusso, candidato alle elezioni europee con il Movimento Cinque Stelle, evoca Le Iene nei manifesti. Il programma si dissocia: “Noi non c’entriamo nulla. La smetta di vestirsi come noi”

Le Iene si dissociano dall’ex iena. Il programma di Italia 1 allontana fin da subito ogni collegamento tra Dino Giarrusso e la trasmissione che lo vide tra gli inviati fino alla fine del 2017.

La precisazione arriva in seguito alla diffusione di manifesti elettorali in vista delle Europee del 26 maggio che vedono lo stesso Giarrusso di nero vestito e con l’appellativo di “iena”. Immediata dunque la reazione della redazione:

Noi non c’entriamo nulla. Con i migliori auguri, Dino rimetti la divisa nell’armadio”.

Il giornalista catanese seguì in prima persona la vicenda legata a Fausto Brizzi, per poi mollarla quando decise di candidarsi in Parlamento con il Movimento Cinque Stelle. Un’avventura terminata male, che però vedrà un nuovo tentativo con la corsa per la conquista di un seggio a Strasburgo.

Giarrusso da più stagioni non fa più parte de Le Iene perché ha scelto di fare politica, nel Movimento 5 Stelle”, si legge in una nota ufficiale. “Purtroppo però non ha smesso di vestirsi da Iena, come si vede nei suoi manifesti cartacei e online per le elezioni europee in cui si è candidato. Non solo, sotto al nome, compare pure la scritta “detto Iena”, come vedete qui sotto. L’affetto resta, per carità, ma noi de Le Iene non c’entriamo nulla e ci teniamo a farlo sapere subito. A Giarrusso i migliori auguri per il futuro, sperando però che la smetta con il vizio di vestirsi come noi, rimettendo la divisa nell’armadio, e di usare il passato a Le Iene per la sua campagna elettorale”.



http://www.tvblog.it/rss2.xml