Dortmund-Tottenham 0-1: niente impresa tedesca, Kane porta gli Spurs ai quarti


DORTMUND  –  L’impresa non riesce al Borussia Dortmund. Il Tottenham, dopo il rassicurante 3-0 di Wembley, si aggiudica anche il secondo round e, con il sigillo di Kane, stacca il pass per i quarti di finale di Champions. Eppure i tedeschi disputano un primo tempo intenso e coraggioso, nel quale meriterebbero migliore fortuna. Basterebbe un gol per accendere la scintilla e caricare il Westfalenstadion, ma capitan Lloris chiude a doppia mandata la sua porta e consente agli Spurs di andare al riposo sullo 0-0. A inizio ripresa, poi, arriva il sigillo che spazza via ogni residua velleità dei padroni di casa e permette agli inglesi di gestire la gara con la massima tranquillità.
 
BORUSSIA A TRAZIONE ANTERIORE Favre propone una formazione a trazione anteriore, con Witsel davanti alla difesa e una linea a quattro, dotata di tecnica, talento e velocità, alle spalle della punta centrale Paco Alcacer. Pochettino, invece, si affida a un abbottonato 3-5-2, per garantire equilibrio ed evitare brutte sorprese. Alli è ancora ai box, Dier recupera solo per la panchina, ma davanti torna in Champions bomber Kane, chiamato a fare coppia con Son.
 
DI SON L’UNICO ACUTO INGLESE – Il Borussia schiaccia subito gli Spurs nella loro metà campo e, dopo un’iniziale fase di studio, alza sempre di più il ritmo collezionando diverse occasioni da rete. Paco Alcacer aggancia alla grande in area, ma conclude alto in equilibrio precario, mentre Reus impegna Lloris alla parata in due tempi. Il Tottenham si fa vedere solo una volta con Son, che scatta in profondità e calcia di esterno a fil di palo.
 
LLORIS PROVVIDENZIALE – Il lampo di marca inglese resta però isolato e il Dortmund torna subito a imporre il suo gioco. Gli uomini di Favre meriterebbero il vantaggio, ma devono fare i conti con Lloris, provvidenziale prima sul colpo di testa ravvicinato di Weigl e poi sul velenoso tiro di Gotze da posizione defilata. Solo nel finale di tempo, Kane e compagni riescono a gestire il possesso e a respirare un po’ dopo oltre 40 minuti in apnea.
 
KANE ARCHIVIA LA PRATICA – Le probabilità del passaggio del turno per il Dortmund sono sempre più remote e i gialloneri perdono definitivamente le speranze quando, al 48′, Kane scatta sul filo del fuorigioco, innescato dalla verticalizzazione di Sissoko, e non perdona a tu per tu con Burki. Sul doppio confronto scorrono i titoli di coda e il match si chiude senza particolari sussulti tra la rassegnazione del Borussia, incapace di evitare almeno il ko casalingo, e la sicurezza di un Tottenham che ha già la testa al sorteggio del 15 marzo.
 
B. DORTMUND-TOTTENHAM 0-1 (0-0)
B. DORTMUND (4-1-4-1): Burki; Wolf (16′ st Bruun Larsen), Akanji, Weigl, Diallo; Witsel; Sancho, Reus (29′ st Delaney), Gotze, Guerreiro (16′ st Pulisic); Paco Alcacer. In panchina: Hitz, Zagadou, Hakimi, Schmelzer. All. Favre.
TOTTENHAM (3-5-2): Lloris; Alderweireld, Sanchez, Vertonghen; Aurier; Sissoko, Winks (11′ st Dier), Eriksen (38′ st Rose), Davies; Son (25′ st Lamela), Kane. In panchina: Gazzaniga, Wanyama, Llorente, Moura. All. Pochettino.
ARBITRO: Danny Makkelie (Olanda).
RETE: 4′ st Kane.
NOTE: serata serena, terreno in ottime condizioni. Angoli: 10-5. Recupero: 2′, 2′.