Gossip Girl, HBO Max ordina il sequel-reboot della serie cult YA


La piattaforma di streaming di WarnerMedia continua a ordinare nuove serie originali per arricchire il proprio futuro catalogo già ricco di produzioni Warner

Gossip Girl torna, in una formula a metà tra il sequel, il reboot e lo spinoff, un modo per riprendere una formula consolidata, rimettere insieme il team dietro il piccolo cult Young Adult concluso nel 2012 senza toccare l’originale.

WarnerMedia decide di realizzare una nuova serie legata a Gossip Girl per la sua piattaforma di streaming da poco nominata ufficialmente HBO Max. Un modo per riunire su questa attesa piattaforma di streaming sia i giovani adulti ormai cresciuti dei primi anni 2000 che i giovani di oggi.

Scritta dall’autore originale Joshua Safran, passato poi per Quantico, prodotta insieme a Josh Schwartz, Stephanie Savage e Leslie Morgenstein con Warner Bros, CBS Television Studios e Fake Empire, il nuovo Gossip Girl, dal titolo ancora da definire, è stato ordinato direttamente in 10 episodi in collaborazione con la Alloy Entertainment casa editrice dei libri di Cecily von Ziegesar su cui il tutto è basato.

La nuova serie sarà ambientata 8 anni la fine dell’originale, quando il sito al centro di tutte le vicende è stato oscurato. Ma otto anni dopo una nuova generazione di ricchi adolescenti della scuola privata dell’Upper East Side di New York, fa la conoscenza di Gosspi Girl e del suo sistema di sorveglianza social e sociale. In 8 anni il mondo è cambiato, New York è cambiata, gli adolescenti sono cambiati soprattutto grazie (o per colpa) dei social media sempre più parte integrante delle vite dei ragazzi. Dai post alle foto, fino ai brevi video, il consumo online degli adolescenti si è totalmente evoluto, e questo sarà un bene per Gossip Girl.

Da tempo circolavano ipotesi di una reunion di Gossip Girl, ma la serie di WarnerMedia-HBO Max va in una direzione completamente diversa e non ci saranno i vecchi protagonisti come Serena van der Woodsen e Blair Waldorf nei i loro attori ormai lanciati a vari livelli nelle loro carriere da Blake Lively a Penn Badgley da Chace Crawford e Ed Westwick fino a Leighton Meester. Essendo un sequel ambientato nello stesso “universo” non è da escludere un possibile inserimento di questi personaggi anche solo come guest star, ma al momento non ci sono indicazioni in questo senso.

HBO Max è il nome della piattaforma di streaming che WarnerMedia lancerà negli Stati Uniti nel 2020 combinando diverse produzioni di film, serie tv e cartoni animati dell’universo Warner Bros che va da HBO alle nuova serie di CW come Batwoman e Katy Keene fino a Friends strappato a Netflix. Inoltre ci saranno tutte le produzioni New Line, DC Entertainment, CNN, TNT, TBS, truTV, The CW, Turner Classic Movies, Cartoon Network, Adult Swim, Crunchyroll, Rooster Teeth e Looney Tunes.

Un mega servizio che dovrebbe costare intorno ai 15 dollari, un prezzo alto ma che include il costoso mondo HBO. Al momento non sono stati annunciati piani di espansioni internazionali per la piattaforma, anche in considerazione dei rapporti internazionali in essere di HBO con il mondo Sky in Europa, affiancati dalle diverse divisioni internazionali HBO presente nei paesi Scandinavi, in Asia e non solo.

Sicuramente WarnerMedia magari attraverso il lancio di una versione “light” senza HBO nei paesi Sky o integrando l’offerta, troverà un modo per portare nel mondo il nuovo Gossip Girl e le altre produzioni originali come i film prodotti da Greg Berlanti e Reese Witherspoon, le serie Dune: The Sisterhood, Tokyo Vice, The Flight Attendant, Station Eleven, Made for Love, Love Life, Crime Farm e la serie prequel animata dei Gremlins.



http://www.tvblog.it/rss2.xml

Cabine Armadio Componibili

www.lorodipulcinellabolzano.it