il Rezzato di Gilardino sfida la corazzata Como – Repubblica.it



ROMA – Saluta l’arrivo della primavera la Serie D con la 28ª giornata (la numero 32 per i tre gruppi E, F e G a 20 club) di campionato. Un turno che si aprirà sabato con quattro anticipi: alle 14.30 Virtus Bolzano-Adriese (C), con la capolista a difendere il suo primato in trasferta, Lupa Roma-Ladispoli (G) e Francavilla-Sorrento (H), alle 15 Arconatese-Sanremo (A). Portici Messina, gara del girone I, è invece il match trasmesso domenica pomeriggio in diretta streaming su Rep Tv Sport.
 
GIRONE A: LECCO RICEVE LO STRESA E “VEDE” LA PROMOZIONE – Il Lecco, imbattuto da 12 giornate e impegnato con lo Stresa, penultimo in classifica, è veramente a un passo dalla promozione: ha 15 punti di vantaggio sulla Sanremese che va a trovare l’Arconatese (reduce da due ko) e 21 sul Savona, in trasferta a Casale. Punta al terzo posto il Ligorna (in serie positiva da 6 turni) che incrocia la Lavagnese.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Arconatese-Sanremo, Borgosesia-Chieri, Bra-Borgaro Torinese, Casale-Savona, Folgore Caratese-Fezzanese, Inveruno-Pro Dronero, Lecco-Stresa, Ligorna-Lavagnese, Sestri Levante-Milano City
CLASSIFICA: Lecco 68 punti; Sanremo 53; Savona* 47; Ligorna 45; Inveruno 43; Casale e Chieri 42; Folgore Caratese e Lavagnese 35; Sestri Levante 34; Bra* 33; Fezzanese 32; Borgosesia e Milano City 30; Arconatese* 26; Borgaro Nobis 20; Stresa 19; Pro Dronero* 18. * = 1 partita in meno
 
GIRONE B – GILARDINO SFIDA IL COMO, MANTOVA INSEGUE LA QUINTA – Fari puntati su Rezzato-Como: la squadra di Alberto Gilardino, che viene da due successi ed è terza in classifica, vuole fermare i lariani, imbattuti da 21 giornate, che restano a un punto dal Mantova, in cerca del quinto successo consecutivo sul campo del Pontisola. La Pro Sesto affronta il Legnago, reduce da 4 stop come l’Ambrosiana (va a Darfo) e il Ciserano che in settimana ha visto Sergio Porrini rassegnare le dimissioni: al suo posto promosso il “secondo” Alberto Simonelli che debutta contro la Caronnese.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Caravaggio-Olginatese, Caronnese-Ciserano, Darfo Boario-Ambrosiana, Pontisola-Mantova, Pro Sesto-Legnago, Rezzato-Como, Seregno-Villa d’Almè, Sondrio-Virtus Bergamo, Villafranca V.-Scanzorosciate.
CLASSIFICA: Mantova 69 punti; Como 68; Rezzato 53; Pro Sesto 51; Caronnese* 49; Pontisola 38; Sondrio e Virtus Bergamo* 36; Seregno 35; Caravaggio e Villa d’Almé 33; Darfo Boario e Villafranca V. 28; Scanzorosciate 26; Legnago 24; Ciserano 20; Ambrosiana 18; Olginatese 14. * = 1 partita in meno
 
GIRONE C: TRASFERTE PER ADRIESE, ARZIGNANO E FELTRE – Prova della verità a Bolzano per l’Adriese capolista (13 punti in 5 gare) che si mantiene a +1 sull’Arzignano Valchiampo, in cerca della quarta vittoria consecutiva a Cartigliano. A -5 dalla vetta, dopo 3 successi di fila, c’è il Feltre, ospite del Delta Rovigo. Il Campodarsego aspetta il Montebelluna. In fondo, sfida-calda fra Trento e Clodiense.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Belluno-St. Georgen, Campodarsego-Montebelluna, Cartigliano-Arzignanochiampo, Cjarlins Muzane-Levico, Delta Rovigo-Union Feltre, Este-Chions, Sandonà-Tamai, Trento-Clodiense, Virtus Bolzano-Adriese.
CLASSIFICA: Adriese 55 punti; Arzignano 54; Union Feltre 50; Campodarsego 47; Bolzano 44; Delta Rovigo 41; Este 36; Chions e Montebelluna 34; Cartigliano e Cjarlins Muzane 33; Belluno 32; Sandonà 31; St.Georgen 29; Levico 27; Clodiense 26; Tamai e Trento 22.
 
GIRONE D: IN VIAGGIO PERGOLETTESE  E MODENA – Sottovalutare il Classe, in serie utile da 4 turni, sarebbe un errore per la Pergolettese che cerca la terza vittoria consecutiva per allungare ancora sul Modena (scivolato a -6 proprio dopo il capitombolo per mano dei ravennati) ospite del Calvina. La Reggiana non perde da 6 turni (12 punti) ma la vetta è distante 10 punti: sfida il Sasso Marconi. In zona playoff, il Fiorenzuola è opposto al San Marino, il Fanfulla al Carpaneto. Bene il Crema, imbattuto da 9 gare (riceve il Lentigione), male il Pavia (4 ko di fila) che non può sbagliare con l’Adrense.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Axys Zola-Oltrepovoghera, Calvina-Modena, Ciliverghe-Mezzolara, Classe-Pergolettese, Crema-Lentigione, Fanfulla-Vigor Carpaneto, Fiorenzuola-San Marino, Pavia-Adrense, Reggio Audace-Sasso Marconi.
CLASSIFICA: Pergolettese 62 punti; Modena 56; Reggio Audace 52; Fanfulla e Fiorenzuola 45; Crema 41; Vigor Carpaneto 39; Lentigione 34; Adrense 33; Mezzolara 32; Sasso Marconi 30; Ciliverghe 29; Calvina e Pavia 27; Axys Zola e San Marino 26; Classe 24; Oltrepovoghera 22.
 
GIRONE E: TESTACODA MASSESE-PIANESE, POLI IN PANCHINA AL GHIVIZZANO – Testacoda con la Massese per la Pianese che viene da due vittorie di fila e comanda a +3 sul San Donato (è imbattuto da 10 turni e non prende gol da 427′), a sua volta ospite del Cannara, e sul Ponsacco atteso dal derby col Tuttocuoio. In un girone all’insegna dell’equilibrio al vertice (6 squadre in 5 punti) il Seravezza, a -4 dalla vetta, sfida il Trestina. Per il Montevarchi invece c’è il Prato che viene da tre successi. Al Ghivizzano, dopo tre ko, via Guido Pagliuca: contro il Real Forte debutta Paolo Poli. Cambio anche al Viareggio: si è dimesso Antonio Aiello, promosso dalle giovanili Andrea Macchetti che fa l’esordio con la Sangiovannese.
32ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Aquila Montevarchi-Prato, Cannara-San Donato Tavarnelle, Gavorrano-Aglianese, Ghivizzano-Real Forte Querceta, Massese-Pianese, Scandicci-Bastia, Seravezza-Sp. Trestina, Sinalunghese-Sangimignano, Tuttocuoio-Ponsacco, Viareggio-Sangiovannese.
CLASSIFICA: Pianese 57 punti; Ponsacco e San Donato Tavarnelle 54; Seravezza 53; Aquila Montevarchi e Ghivizzano 52; Tuttocuoio 50; Gavorrano* 47; Prato (-1) 46; Trestina 44; Cannara 42; Aglianese e Sangiovannese 40; Bastia* e Scandicci 34; Real Forte Querceta e Viareggio 33; Sangimignano 28; Sinalunghese 26; Massese 15. * = 1 partita in meno
 
GIRONE F: OSTACOLO PINETO PER IL CESENA – Il Pineto, senza sconfitte da sei turni, è un avversario scomodo per il Cesena che mantiene 5 punti sul Matelica (9 vittorie in 10 gare positive), impegnato in casa con il Santarcangelo. Per il terzo posto duellano il San Nicolò Notaresco (con la Sangiustese) e la Recanatese che con la Sammaurese sogna la quarta vittoria consecutiva. Il Francavilla insegue i playoff ma non può deludere nella gara casalinga con il Forlì.
32ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Avezzano-Jesina, Castelfidardo-Isernia, Cesena-Pineto, Francavilla 1927-Forlì, Matelica-Santarcangelo, Montegiorgio-Vastese, Olympia Agnonese-Savignanese, Real Giulianova-Campobasso, Sammaurese-Recanatese, S. Nicolò-Sangiustese.
CLASSIFICA: Cesena 73 punti; Matelica 68; Recanatese e S. Nicolò 51; Pineto 49; Francavilla 48; Sangiustese 47; Montegiorgio 44; Sammaurese 42; Savignanese 41; Campobasso (-4) 40; Jesina 39; Giulianova 34; Vastese 32; Santarcangelo 31; Avezzano (-3), Forlì e Isernia 30; Olympia Agnonese 27; Castelfidardo 18.
 
GIRONE G: DERBY SARDO PER IL LANUSEI, AVELLINO AD ARTENA – Lanusei in volo: la C è vicina, ma serve la quarta vittoria consecutiva nel derby col Castiadas per tenere a distanza (ora a 10 punti) le due inseguitrici: l’Avellino fa visita alla Vis Artena (che viene da tre vittorie), il Trastevere incrocia l’Anzio. Sfida-playoff tra Cassino (reduce da 4 successi di fila) e Latte Dolce. Per il Monterosi c’è il Flaminia.
32ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Aprilia-Atletico, Budoni-Albalonga, Cassino-Sassari Latte Dolce, Castiadas-Lanusei, Lupa Roma-Ladispoli, Monterosi-Flaminia, Ostiamare-Città di Anagni, Torres-Latina, Trastevere-Anzio, Vis Artena-Avellino.
CLASSIFICA: Lanusei 69 punti; Avellino* e Trastevere* 59; Sassari Latte Dolce 58; Cassino e Monterosi 55; Aprilia* 50; Albalonga* 48; Vis Artena 47; SFF Atletico 45; Latina 44; Flaminia 35; Budoni 34; Anagni e Ostiamare 33; Torres 31; Castiadas e Ladispoli 29; Lupa Roma (-2) 21; Anzio 14.  * = 1 partita in meno
 
GIRONE H: DUELLO A DISTANZA FRA PICERNO E CERIGNOLA – Non perde un colpo il Picerno: è imbattuto da 21 giornate e a Sarno insegue la nona vittoria consecutiva. Il Cerignola, però, non molla (è staccato di 4 punti dalla prima della classe): prepara il settimo successo in serie a Gravina. Ormai fuori dal discorso promozione, il Taranto è in casa della Gelbison. Il Bitonto va a Nardò, dove debutta Francesco Bitetto dopo l’esonero di Roberto Taurino. L’Andria dopo due sconfitte si gioca i playoff nello scontro diretto col Savoia. A Francavilla, invece, il Sorrento confida nel quarto successo filato per tirarsi fuori dai playout.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Altamura-Gragnano, Città di Fasano-Nola, Fidelis Andria-Savoia, Francavilla-Sorrento, Gelbison-Taranto, Granata-Pomigliano, Gravina-Cerignola, Nardò-Bitonto, Sarnese-Picerno.
CLASSIFICA: Picerno 65 punti; Audace Cerignola 61; Taranto (-1) 57; Bitonto 46; Fidelis Andria e Savoia 42; Team Altamura 41; Fasano e Francavilla 37; Gelbison e Gravina* 33; Nardò, Nola e Sorrento 30; Gragnano e Sarnese 27; Pomigliano* 16; Granata 8. * = 1 partita in meno
 
GIRONE I: PALMESE CI PROVA COL BARI, TURRIS A CASTROVILLARI – Il count down è partito per il Bari targato De Laurentiis: gli uomini di Giovanni Cornacchini (13 punti in 5 gare) sul campo della Palmese difendono 11 punti di vantaggio sulla Turris, costretta a sbancare Castrovillari per mantenere viva una speranza. Il Marsala cerca il terzo successo consecutivo col Città di Messina per blindare il terzo posto. L’Acireale cerca il riscatto a Locri, il Gela aspetta la Cittanovese che ha fatto un punto in 4 partite. Con cinque risultati utili respira un po’ il Messina, in trasferta a Portici, formazione in piena lotta per un piazzamento playoff.
28ª GIORNATA (domenica 24 marzo): Castrovillari-Turris, Città di Messina-Marsala, Gela-Cittanovese, Igea Virtus-Roccella, Locri-Acireale, Nocerina-Sancataldese, Palmese-Bari, Portici-Messina (diretta web su Rep Tv Sport), Troina-Rotonda rinviata al 3 aprile.
CLASSIFICA: Bari 65 punti; Turris (-2) 54; Marsala 43; Acireale 41; Gela e Portici 40; Palmese 39; Cittanovese 38; Castrovillari 37; Nocerina* e Troina* 36; Messina 32; Roccella 29; Città di Messina 28; Locri e Sancataldese 27; Rotonda 20, Igea Virtus 19. * = 1 partita in meno