Inghilterra: poker Liverpool con il Burnley, Chelsea salvo al 92′


ROMA – Quattro gol per sperare ancora nel titolo e per non far scappare il Manchester City. Il Liverpool si rialza dopo il pareggio nel derby con l’Everton e supera il Burnley (4-2), tornando a una sola lunghezza di distanza dalla formazione di Pep Guardiola. Non è stato un pomeriggio facile, visto l’immediato vantaggio degli ospiti con Westwood. Firmino e Mané hanno immediatamente ribaltato il discorso, andando poi nuovamente a segno nella ripresa per le doppiette personali. Per il Burnley, inutile il gol di Gudmundsson.

SARRI, PARI IN EXTREMIS – Un lampo di Eden Hazard permette a Maurizio Sarri di non fare i conti con una pesante sconfitta interna. Il Chelsea trattiene il respiro fino al 92′ contro il Wolverhampton, andando a un passo dal successo di misura grazie alla rete realizzata da Jimenez. Il gol del belga, arrivato in pieno recupero, ha fissato il punteggio sull’1-1. Gonzalo Higuain è partito titolare e ha giocato fino al triplice fischio, rimanendo però a secco. Malgrado il mezzo passo falso, il 4° posto resta a portata di mano dei Blues grazie al sorpasso dell’Arsenal ai danni del Manchester Utd: il Chelsea ora è a -3 ma con una gara in meno rispetto ai Gunners.

UNITED SCIUPONE, SCONTRO CHAMPIONS ALL’ARSENAL – Lo scontro diretto all’Emirates è stato vinto con un gol per tempo dagli uomini di Emery, in vantaggio dopo appena 12′ con un gran sinistro da fuori di Xhaka e poi capaci di chiudere i conti cinicamente al 69′ con Aubameyang che ha trasformato un rigore concesso per una spinta di Fred a Lacazette. Serata no per lo United che ha colpito due legni nel primo tempo (con Lukaku sullo 0-0 e poi con Fred sull’1-0) e ha fallito due ghiotte occasioni per pareggiare con lo stesso Lukaku, a tu per tu con Leno.