La stagione della caccia, anticipazioni, trama, cast e riassunto del film tv di Camilleri


La Stagione della Caccia riporta in tv i romanzi storici di Camilleri.

C’era una volta Vigàta, la serie antologica dedicata ai romanzi storici di Andrea Camilleri, papà de Il Commissario Montalbano, riparte questa sera, lunedì 25 febbraio alle 21.25 su Rai 1 con La stagione della caccia, film tv diretto da Roan Johnson con protagonista Francesco Scianna e nel cast Miriam Dalmazio, Tommaso Ragno, Ninni Bruschetta, Giorgio Marchesi, Alessio Vassallo e con la partecipazione di Donatella Finocchiaro.

La serie antologica è una produzione è una produzione Palomar in collaborazione con Rai Fiction, prodotta da Carlo Degli Esposti e Nicola Serra con Max Gusberti, come Il Commissario Montalbano; a firmare la sceneggiatura con Andrea Camilleri, autore dell’omonimo romanzo da cui è tratto, ci sono Francesco Bruni e Leonardo Marini.

La stagione della caccia, la trama

Una lunga serie di morti apparentemente accidentali sconvolgono la famiglia Peluso, una nobile stirpe di proprietari terrieri ormai prossima alla definitiva decadenza. La ricchissima e potente casata viene progressivamente e misteriosamente decimata con un’impressionante successione di morti che ricorda molto quella delle prede in una battuta di caccia. Una mattanza che curiosamente inizia con l’arrivo a Vigata del giovane farmacista Fofò La Matina (Francesco Scianna), figlio del “camperi” dei marchesi Peluso, Santo La Matina, geloso custode dei segreti di piante miracolose. Il primo a morire è il vecchio marchese, Federico Maria Peluso (Tommaso Ragno) che viene ritrovato affogato a mare, carponi, pur essendo ormai fuori di testa e paralizzato; il figlio maschio dell’attuale Marchese Filippo (Lollo Franco), Rico (Michele Ragno), muore avvelenato dai funghi; muore, fuori di senno, la moglie, la marchesa Matilde (Donatella Finocchiaro), e poi muore anche il Marchese Peluso che era riuscito ad avere un secondo figlio maschio per vie ‘traverse’, dopo aver concepito il primogenito grazie alle erbe del camperi. Ma la lista dei morti continua con lo zio ‘d’America’, Totò (sempre Tommaso Ragno, qui in un doppio ruolo), che aveva fatto fortuna OltreOceano e muore con la moglie americana. Infine muore Nenè Impiduglia (Alessio Vassallo, un cugino che aveva invano cercato di accasarsi con ‘Ntontò (Miriam Dalmazia), la figlia del marchese, praticamente unica sopravvissuta. Che ne darà di lei?

Nel cast anche Ninni Bruschetta (Padre Macaluso), Giorgio Marchesi (Emiliano Saint Vincent), Alice Canzoneri (Serafina), Orio Scaduto (Bonocore), Gioia Spaziani (Clelia Tumminello), Bruno Torrisi (Barone Uccello), Alessandro Schiavo (Delegato Portera), Roland Litrico (mimì).

 





http://www.tvblog.it/rss2.xml