Lamberto Sposini lascia il Tg5


Oggi nel passato: 13 anni fa il giornalista lasciava (amaramente) Mediaset.

E’ stato un divorzio consensuale” così Lamberto Sposini commentò quello che fu a tutti gli effetti un clamoroso addio al tg5 “ma in Mediaset non mi vedevo se non al Tg5, che ho contribuito a fondare e in cui sono stato sempre molto bene“. Per 11 anni (dal 1992 al 1998 e dal 2001 al 2006) lo ha visto come volto di punta nell’edizione delle 20, la più importante della giornata soprattutto per la platea televisiva che si ritrovava a seguire le notizie più importanti della giornata.

Si ricorda storicamente l’episodio del pollo addentato in diretta davanti a milioni di telespettatori, un gesto eclatante che fece discutere tra elogi e polemiche, momento catalogato tra gli episodi cult della storia del Tg5 e che abbiamo ricordato in un altro dei nostri appuntamenti con oggi nel passato.

Quello di Sposini è un saluto amaro, segnato da divergenze con l’allora direttore Carlo Rossella subentrato da poco meno di due anni nella squadra.

Secondo quanto riferito e scritto nei giorni successivi alla vicenda, tutto sarebbe partito da un servizio su un’accusa lanciata da Romano Prodi a Giulio Tremonti e sulla protesta di Silvio Berlusconi per l’aggressione subita. Il giornalista avrebbe insistito affinché leggesse la controreplica del portavoce di Piero Fassino ma Carlo Rossella lo fermò, da qui la rottura che avrebbe portato alla fine dei rapporti con Mediaset.

Lo ritroveremo come conduttore di un programma di cronaca prima su Odeon TV nell’autunno del 2007, successivamente come ospite de L’Arena di Massimo Giletti e infine come timoniere de La Vita in diretta sino all’aprile 2011 quando il suo percorso da conduttore si dovette interrompere (purtroppo) bruscamente a causa di un’emorragia cerebrale.



http://www.tvblog.it/rss2.xml