L’analisi Auditel del pomeriggio di venerdì 26 aprile 2019


L’andamento degli ascolti del pomeriggio di ieri

Gentili amici di TvBlog eccoci a navigare fra le curve degli ascolti minuto per minuto del pomeriggio di ieri, venerdì 26 aprile 2019. Nel giorno successivo alla festa della liberazione dal nazifascismo, è la curva della terza rete con i Tg Regionali ed il suo fedele pubblico a primeggiare al margine sinistro del nostro grafico, toccando il 17% di share.

La curva arancione di Canale5, abituata a primeggiare nei pomeriggi feriali, si mette subito a sbuffare e a riprendersi il comando, seppur senza lo scarto dei giorni precedenti, andando su in alto fin verso il 20% di share con il varietà che rappresenta gli uomini e le donne più vanitosi del genere umano italiano e che però piacciono anche a quelli che vanitosi non vogliono sembrare, ma in realtà forse dentro lo sono.

Nel frattempo la curva blu della cara e vecchia Rai1 scorre poco sopra la linea del 10% di share con il varietà della bellezza partenopea rappresentata da Caterina Balivo, arrivando al 15% a fine emissione quando chiude lo sportello di Forum sull’ex video Delta. Poi è il turno del Paradiso delle signore che intrattiene un nutrito gruppo di fans che rinunciano ben volentieri alla merenda del pomeriggio, per non perdersi le gesta di questi individui bellamente agghindati.

La Rete 2 approfitta per alzare la sua curva rossa con il varietà condotto dalla vigorosa Bianca Guaccero, portandosi fin verso il 9% di share. Su Canale 5 prosegue il trenino di proposte copia-incolla con il day time di Amici e con Il Segreto (che sempre meno segreti ha ormai), mentre la curva dell’ex Nazionale scorre a metà strada fra il 10 ed il 15% di share con la costola di Ballando con le stelle dedicata alle persone comuni, detta Ballando on the road.

Eccoci alla sfida quotidiana fra Pomeriggio 5 e Vita in diretta con il varietà di Barbara D’Urso che prevale sempre e comunque, seppur di poco, scorrendo al di sopra della linea del 15% di share, mentre la curva blu del programma ora curato da Casimiro Lieto scala i gradini invisibili del corridoio che va dal 10 al 15% di share, superando a fine emissione questo valore, grazie alla discesa della curva dell’ex Tele Milano, impegnata a mettere in saccoccia denaro per pagare le sue star con neri pubblicitari, tele promozioni e quant’altro.

La curva verde della terza rete scorre piatta sulla linea del 10% di share, accontentando l’altra parte del pubblico di Rai1 a cui non interessa l’attualità trattata da Vita in diretta e a cui piace rilassarsi di fronte a dei documentari e alle voci vellutate di Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi, maestri dell’arte Zen applicata alla televisione nostrana.

La sfida del preserale è vinta ancora una volta da quel bellimbusto di Flavio Insinna che ormai pare aver preso le misure del format L’eredità, che infatti condurrà anche nella prossima stagione, mentre la curva arancione di Canale 5 scorre sotto con il gioco a premi Caduta libera presentato da quell’adorabile pacioccone di Gerry Scotti che attualmente conduce Striscia la notizia con la sempre sorridente Michelle Hunziker. La curva di Rai3 non ha nessun scossone e rimane ancorata, come nelle ore precedenti, sulla linea del 10% di share o poco più, con il trenino informativo composto dai vagoni del Tg3 e dei Tg Regionali. Che dire delle altre curve? Rimangono tutte ammassate al di sotto della linea del 5% di share, felici e contente, almeno è quello che credono o fanno credere di essere.



http://www.tvblog.it/rss2.xml