Live non è la d’Urso, la conduttrice interrompe la discussione per il troppo caos


Nervi a fior di pelle in studio, Barbara d’Urso taglia corto e liquida l’ospite in collegamento

Il quinto appuntamento di Live non è la d’Urso è cominciato con l’argomento scottante dei matrimoni finiti sotto accusa tra cui le nozze ribattezzate ‘trash’ di Tony Colombo e Tina Rispoli.

Il caso è finito sui giornali e telegiornali per via di alcuni permessi finiti sotto torchio, in più sono stati sospesi cinque ispettori della polizia peniteziaria che hanno suonato nella banda, durante il matrimonio.

Non è tutto, perché secondo le ultime evoluzioni, la vicenda arriva in parlamento e viene interpellato a riguardo addirittura il ministro dell’interno e vice presidente del consiglio Matteo Salvini. Le telecamere del programma condotto da Barbara d’Urso sono andate a cercare anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, per sentire la sua versione dei fatti e rivolgerli delle domande sull’accaduto. Lui risponde con un secco: “Quello che dovevo dire l’ho detto e non voglio contribuire a creare il film su Tony Colombo“.

Come rappresentante della regione viene ospitato in collegamento il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli, con la quale si scatena subito la bagarre ed un lancio di accuse a destra e manca. Tony Colombo chiede le scuse di De Magistris a sua moglie mentre Borrelli attacca il cantante “Sta facendo fare una brutta figura a Napoli“.

La d’Urso invita più e più volte a calmare gli animi ed abbassare i toni ma le urla continuano ad animare la discussione. E’ proprio il consigliere regionale a far scoppiare il caos: “La signora è una vedova della camorra!” dice, i nervi saltano e la conduttrice ferma ufficialmente la lite: “Se vi accavallate non capisco quello che dite, sono io la responsabile di ciò che dite! Basta, non mi piace più questa discussione” liquidando l’ospite in collegamento che non è più intervenuto in trasmissione.



http://www.tvblog.it/rss2.xml