Milan, per Gattuso problemi a centrocampo


MILANO – Il Milan deve rimettere insieme le tessere di un mosaico che sembrava perfetto prima del derby ed è uscito con diverse incrinature dalla stracittadina vinta dall’Inter con relativo controsorpasso dei nerazzurri al 3° posto. Al di là di approfondire la tendenza generale a faticare nelle partitissime con le prime della classifica – in questa stagione in campionato i rossoneri hanno battuto solo la Roma all’andata a San Siro – Gattuso dovrà affrontare i problemi di un reparto in particolare: il centrocampo.

PAQUETA’ IN CALO

Alla ripresa dopo la pausa per le Nazionali, Kessie potrebbe finire per un turno in panchina a Marassi contro la Sampdoria. Effetto della necessità di rifiatare dopo tanti impegni consecutivi, ma anche della rissa sfiorata con Biglia in panchina dopo la sostituzione nel derby. Indice di tensione molto forte tra i due calciatori. E restando nello stesso reparto sta progressivamente calando la condizione di Paquetà, elemento chiave nel cambio di passo esibito dal Milan da gennaio in poi. La sostituzione alla fine del primo tempo del derby è indicativa. E’ abbastanza logico che il brasiliano sia andato incontro a una flessione dal momento che a gennaio si è subito tuffato a pieno ritmo nella nuova avventura italiana nonostante avesse terminato da poche settimane la stagione in Brasile. Quindi non ha avuto la possibilità di staccare a lungo per rigenerarsi. E l’ex Flamengo non riuscirà a fermarsi nemmeno in questa sosta visto che è stato convocato dal Brasile per le due amichevoli della Seleçao con Panama e Repubblica Ceca a Oporto e Praga.

QUASI TUTTI I TITOLARI IN NAZIONALE

Le convocazioni impediranno a Gattuso di far riposare i suoi calciatori per ritrovare le necessarie energie fisiche. Sono dieci i rossoneri in giro con le rispettive selezioni: 8/11 della formazione titolare più utilizzata negli ultimi due mesi (Donnarumma, Calabria, Romangnoli, Rodriguez, Kessie, Paquetà, Calhanoglu e Piatek). A Milanello, della squadra base, resteranno solo Musacchio, Bakayoko e Suso. La presenza dello spagnolo può essere una buona notizia per l’allenatore rossonero visto che il numero 8 è un altro giocatore alle prese con  un momento non esaltante. Domani dopo due giorni di riposo è in programma la ripresa degli allenamenti a Milanello. Per la prima volta dopo due mesi col vento in poppa non si vedranno solo sorrisi nel centro sportivo di Carnago.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica