Mogol direttore artistico tra conferme e smentite


Il paroliere e presidente di Siae sarà il nuovo direttore artistico del Festival? Ecco cosa è successo dopo la pubblicazione dell’indiscrezione di TvBlog

In un’intervista pubblicata il primo luglio e disponibile ancora adesso sul sito di Il tempo, Mogol aveva smentito tutto, spiegando:

Non ne so nulla e dovrei saperlo io per primo sinceramente. Attualmente sono il presidente della Siae e devo mantenere un ruolo super partes.

Ieri, guarda caso nel giorno della presentazione dei palinsesti autunnali Rai, a Il Messaggero il paroliere aveva confermato il contatto per la direzione artistica di Sanremo 2020:

Il problema è la Siae. Come presidente, qualcuno potrebbe chiedere perché privilegio alcuni nomi a scapito di altri. Ho proposto come direttori artistici al posto mio i miei più stretti collaboratori, Anastasi e Barbera. Dicono che non è la stessa cosa.

A questo punto il giornalista del quotidiano romano aveva sintetizzato così nella successiva domanda: “Quindi gliel’hanno proposto. E vuole che non si trovi una soluzione?“. La risposta:

Una soluzione si trova sempre. Bisogna capire se è quella giusta.

Insomma, parole che sembravano confermare l’indiscrezione pubblicata da Blogo il 21 giugno scorso. Eppure, ieri il colpo di scena, con le dichiarazioni di Fabrizio Salini. Interpellato sul tema, l’ad Rai ha detto:

Per Sanremo c’è ancora da aspettare, ci siamo concentrati su questo evento per poi pensare al resto. Non abbiamo chiamato Mogol, ma non lo escludiamo.

Insomma, è già mistero Sanremo 2020.



http://www.tvblog.it/rss2.xml

Cabine Armadio Componibili

www.lorodipulcinellabolzano.it