Nazionale, Mancini: ”C’è entusiasmo. Balotelli? Non è ancora pronto”


FIRENZE – “Ci troviamo oggi dopo molto tempo e un breve stage, ora le gare cominceranno a contare, ci proiettano verso l’Europeo, peseranno di più ma ho fiducia. Sono fiducioso
perché ho visto tanto entusiasmo da parte dei ragazzi, c’è voglia di fare qualcosa di diverso rispetto a quanto fatto in passato e raggiungere risultati importanti”. Lo ha detto Roberto Mancini da Coverciano dove è iniziato il raduno per preparare le prime due partite di qualificazione agli Europei 2020 contro Finlandia (il 23 marzo a Udine) e Liechtenstein (il 26 a Parma). Quindi su Balotelli: “Non è ancora in condizioni ottimali per essere di nuovo qui, è migliorato rispetto a qualche tempo fa ma credo possa fare ancora di più. Mario ha esperienza, per tornare deve dare il massimo”. Tra i convocati manca anche Belotti: “Il bello della Nazionale è che tutti possono dire la propria opinione. Io faccio le mie scelte. Belotti è un giocatore come gli altri, può fare molto meglio e potrà sicuramente tornare in nazionale” ha aggiunto il ct azzurro.

“Lo spunto più interessante dal campionato? Che stanno giocando di più i giovani e di conseguenza sono tutti migliorati: questa è una cosa positiva per loro, per il calcio italiano, per la Nazionale e l’Under 21” ha spiegato anche Mancini. “In questi 4-5 mesi questi ragazzi hanno giocato di più e sono cresciuti – ha ribadito il ct azzurro – Uno è Zaniolo: merito di Di Francesco che gli ha dato una fiducia enorme. Quando si è giovani si possono vivere alti e bassi però lui oggi ha la possibilità di esordire in Nazionale e ciò vale per tutti quelli che sono qui”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica