Nuoto, è morto Kenneth To: 26 anni, aveva vinto 4 medaglie mondiali


MIAMI – Il mondo del nuoto è in lutto. E’ morto infatti a 26 anni Kenneth To, atleta nato ad Hong Kong e di passaporto australiano, specializzato nello stile libero e nei misti. La notizia è stata data dall’Istituto dello sport di Hong Kong, spiegando che la tragedia è avvenuta durante un training camp di tre mesi che il nuotatore stava frequentando all’Università della Florida. Secondo i media asiatici, sarebbe stato colpito da un malore nello spogliatoio e neppure l’immediato trasporto in ospedale è servito a salvargli la vita.

MALORE FATALE DURANTE UN ALLENAMENTO IN FLORIDA – “Si è sentito male durante una sessione di allenamento, è stato portato in ospedale ma non ce l’ha fatta – spiega l’Istituto in un comunicato esprimendo tanta tristezza per l’accaduto – Kenneth To era un nuotatore eccezionale con 16 record siglati per la nostra rappresentativa. Era estremamente popolare e amato dai suoi compagni di squadra e rispettato dagli avversari. La sua scomparsa è una perdita enorme per il nostro movimento. L’HKSI rivolge le più sentite condoglianze alla famiglia, ai conoscenti, ai compagni di allenamento e ai preparatori di Kenneth”.

IN CARRIERA DUE ARGENTI E DUE BRONZI AI MONDIALI – Nel corso della sua carriera, To ha vinto quattro medaglie ai Mondiali: un argento nei 100 misti e due bronzi in staffetta in vasca corta a Istanbul nel 2012 e un argento, sempre in staffetta, alla rassegna iridata di Barcellona nel 2013 quando ha gareggiato tra le fila della squadra australiana. Nel suo palmares anche un oro e un argento ai Giochi del Commonwealth e altre 6 medaglie (1 oro, 3 argenti e 2 bronzi) ai Giochi olimpici giovanili a Singapore nel 2010.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica