Parma, D’Aversa: ”Battere il Genoa per conquistare la salvezza”


PARMA – Battere il Genoa per conquistare la salvezza (quasi) matematica. E’ l’obiettivo che si pone Roberto D’Aversa alla vigilia della sfida al Tardini contro i liguri: “Per noi è una gara molto importante, in caso di risultato pieno ci avvicineremmo al nostro obiettivo. Loro sono pericolosi nelle ripartenze, dobbiamo concedergli pochissimo”.

OUT BARILLA’ E STULAC – D’Aversa poi ricorda la vittoria nell’andata, quel 3-1 che costò la panchina a Ballardini: “Vincemmo nonostante le assenze di Gervinho e Inglese, lì si evidenziò la forza di questo gruppo. Non ho mai cercato alibi, ma nell’arco del campionato abbiamo spesso affrontato gare con difficoltà numeriche per infortuni: Sierralta, Bastoni e Dimarco stanno rientrando con tempistiche diverse e avere assenze a lungo ti porta un grande dispendio di energie”. Solita emergenza a centrocampo: “Barillà ha fatto di tutto per esserci ma non sarà convocato, non ha fatto alcun allenamento con la squadra. Per Stulac i tempi saranno abbastanza lunghi, Ceravolo è rientrato, il resto è a disposizione”.

GLI ATTACCANTI – A fine conferenza il tecnico ducale concede l’ultimo commenta sui suoi attaccanti: “Inglese non si fossilizza sul fatto che possa segnare o meno, lo ha dimostrato nell’arco del campionato, il suo dispiacere è legato al fatto che non sempre ha potuto dare il massimo: gli ho detto di viverla in maniera serena, lui è il primo a pensare di migliorare, non dimentichiamo il grandissimo campionato che sta facendo. Con Gervinho parlo sempre, lui ha eguagliato il record di gol segnati in Italia in una singola stagione non per me ma grazie ai suoi compagni, il merito è della squadra che si mette a sua disposizione e anche suo perché si è predisposto per fare un campionato importante”.