Psg, Neymar in Brasile a curare l’infortunio: ma poi balla al Carnevale


ROMA – Neymar è in Brasile per curarsi la lesione al quinto metatarso destro che lo tiene fermo da gennaio. Almeno questo è la versione ufficiale perché in Brasile è anche carnevale e O Ney è stato il grande protagonista degli ultimi giorni secondo i media del suo paese e anche alcuni di altri paesi come il francese ‘L’Equipe’, il britannico ‘Sun’, gli spagnoli ‘Marcà e ‘Mundo Deportivò e l’argentino ‘Olè’.

NEYMAR SCATENATO AL CARNEVALE – Il fuoriclasse brasiliano non ha voluto mancare al carnevale baiano a Salvador e a quello carioca nel sambodromo di Rio. Il numero 10 della Selecao ha così gettato le stampelle e si presentato sul palco per assistere al passaggio dei ‘trios eletricos’ scatenandosi in balli e danze, anche con il piede infortunato, e i video che lo immortalano mentre lo fa sono diventati virali sui social. “Ha ballato fino a cadere per terra”, scrive il quotidiano ‘O Globo’, riferendo anche dei baci che il giocatore ha scambiato con la cantante Rafaela, rivelazione di ‘The Voice Brasil’. Ma Neymar non poteva mancare al Carnevale di Rio e alla sfilata delle scuola di samba nel Sambodromo, evento di cui ogni anno è ospite fisso di uno degli sponsor. E Neymar ha seguito il ‘desfilè e ballato in un palco con cui era con amici e con un’altra cantante, Anitta. E allora ‘Marca Brasil’sottolinea che “Neymar scambia il Carnevale di Bahia con Rafaela Porto con quello di Rio con Anitta”.

PRESENTI ANCHE RONALDINHO ED EDMUNDO – “Neymar bacia e festeggia”, aggiunge ‘Marca Brasil’, sempre riferendosi alla sfilata di lunedì scorso, che ha visto come protagonisti nell’avenida altri due ospiti fissi (come ‘sambistì e non come spettatori), ovvero Ronaldinho e l’ex viola Edmundo. Quest’ultimo, che ai tempi della Fiorentina fece mettere una clausola nel suo contratto che gli permetteva di liberarsi per il Carnevale di Rio a prescindere dagli impegni agonistici, nelle dichiarazioni del post sfilata ha consigliato a Neymar di “dare la precedenza alla sua carriera e agli impegni agonistici, ma se era infortunato che male c’è che abbia voluto partecipare al Carnevale?”. Forse a Parigi non saranno d’accordo.