Qualificazioni Euro 2020: Sheva ferma Cristiano Ronaldo. Francia ok in Moldavia


ROMA – Non va oltre lo 0-0 il Portogallo di Cristiano Ronaldo, fermato al Da Luz di Lisbona dall’Ucraina allenata da Shevchenko. Era la partita che sanciva il ritorno del fuoriclasse juventino in nazionale dopo la pausa post-Mondiale, ma sono stati inutili gli assalti alla porta ottimamente difesa da Pyatov, decisivo in almeno tre occasioni nel primo tempo. Nella ripresa il portiere ucraino nega il gol anche ad Andrè Silva. La squadra di Fernando Santos fa la partita, attacca ma non riesce a passare, con l’undici ospite che raramente prova a ripartire. Nel finale, però, il Portogallo rischia sulla conclusione di Konoplyanka, Rui Patricio respinge male e per un soffio Junior Moraes non firma la beffa. Nell’altra gara del girone B di qualificazione a Euro 2020, successo in rimonta per 2-1 del Lussemburgo sulla Lituania: al vantaggio di Cernych (14′) rispondono Barreiro (45′) e Rodrigues (55′).

I CAMPIONI DEL MONDO PASSEGGIANO IN MOLDAVIA –  Comincia come meglio non poteva il cammino della Francia campione del mondo nel girone H: 4-1 alla Moldavia nella trasferta di Chisinau. La resistenza dei padroni di casa dura meno di mezz’ora, con la Francia che piazza un terribile uno-due fra il 24′ e il 27′: cucchiaio di Pogba a chiudere il triangolo con Griezmann e botta vincente dell’attaccante dell’Atletico Madrid mentre tre minuti dopo, su angolo battuto dallo stesso Petit Diable, arriva l’incornata vincente di Varane. Al 36′ il tris firmato da Giroud: 34esima rete in nazionale per l’attaccante del Chelsea che aggancia al terzo posto Trezeguet fra i migliori cannonieri della storia dei Bleus. Nel finale c’è gloria anche per Mbappè mentre Ambros fa il gol della bandiera. Affonda l’Albania di Panucci, battuta in casa dalla Turchia per 2-0. A Shkoder la gara si sblocca al 21′: la difesa albanese perde palla davanti alla propria area, Burak Yilmaz combina con Tosun e batte l’atalantino Berisha. Nella ripresa il raddoppio del milanista Calhanoglu, che da centrocampo arriva indisturbato fino al limite dell’area da dove lascia partire un destro che non lascia scampo al portiere albanese. Successo islandese contro Andorra: 2-0 con reti di Bjarnason al 22′ e Kjartansson 80′.

INGHILTERRA A VALANGA SULLA REPUBBLICA CECA –  I Tre Leoni all’esordio nel girone A abbattono la Repubblica Ceca per 5-0 nel segno di Raheem Sterling. Perso Dier per infortunio al 17′, la squadra di Southgate trova la rete sette minuti dopo: Kane allarga sulla destra per Sancho, palla di prima in mezzo dove Sterling in spaccata non manca l’appuntamento col gol. Nel recupero lo stesso Sterling finisce a terra in area, l’arbitro indica il dischetto e dagli undici metri Kane realizza. L’attaccante del Manchester City completa la sua serata da sogno nella ripresa: al 17′ approfitta di un rimpallo per battere da pochi passi il portiere ceco, passano altri sei minuti e la sua conclusione dal limite, deviata da un avversario, gli vale la tripletta personale. Nel finale passivo ancora più pesante per i cechi, complice la goffa autorete di Kalas. Nel medesimo gruppo, pareggio tra Bulgaria e Montenegro. Al Levski Stadium di Sofia sono gli ospiti a passare in vantaggio al 5′ della ripresa con Mugosa ma a otto minuti dalla fine l’arbitro assegna un dubbio rigore ai padroni di casa (l’intervento di Jovovic su Kostov sembra fuori area) e dal dischetto Nedelev firma il definitivo 1-1.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica