Quella notte sulla Luna, recensione


Piero e Alberto Angela confezionano una serata memorabile grazie alla scelta del registro familiare.

Nell’Italia televisiva solo Mara Maionchi dovrebbe permettersi di dire le parolacce e solo Piero e Alberto Angela dovrebbero permettersi l’autoreferenzialità: quest’ultima è stata la chiave di lettura di Quella notte sulla Luna, la serata-evento in prime time di Rai1 per ricordare i 50 anni dall’allunaggio e che ha riunito padre e figlio a 21 anni da Viaggio nel Cosmo.

Al di là della ricostruzione eccellente delle avventure di Armstrong, Collins e Aldrin, a stupire e a commuovere è la compresenza in video di due uomini, padre e figlio, che hanno fatto la storia della televisione italiana. Piero Angela ricorda la sua impresa da inviato a Cape Canaveral e vederlo con il berrettino da 90enne ispira troppa tenerezza.

Alberto Angela poi riesce nell’impresa – perdonate la ripetizione – di inserire gli etruschi anche nell’etimologia della parola “satellite”, che potete leggere nel liveblogging. Al di là della bravura da divulgatori scientifici, padre e figlio avrebbero meritato una comedy, una versione italiana di The Bing Bang Theory (soprattutto Piero nei convegni si rivela decisamente spassoso).

Quella notte sulla Luna, anticipazioni puntata 20 luglio 2019

In prima serata andrà in onda Quella notte sulla Luna con Piero e Alberto Angela: una serata evento, nella quale padre e figlio torneranno insieme in tv per la prima volta dopo Viaggio nel Cosmo del 1998. La ricostruzione di quello storico avvenimento avrà inizio a Cape Canaveral, proprio nel punto dove cinquant’anni fa partì il razzo che avrebbe portato i primi uomini sul suolo lunare. TvBlog seguirà la puntata in liveblogging.

Era lì che Piero Angela si trovava in quei giorni di luglio del 1969 per raccontare agli italiani quella straordinaria impresa. Come in una telecronaca, Piero e Alberto Angela rievocheranno l’emozione del lancio, mostrando al pubblico le immagini restaurate del gigantesco razzo Saturn V e della preparazione degli astronauti. A raccontare alcuni degli aspetti meno conosciuti della missione sarà uno dei suoi protagonisti: Michael Collins, uno dei tre astronauti dell’Apollo 11, che per l’occasione Alberto Angela ha incontrato e intervistato in Florida. Il viaggio proseguirà a Houston, in Texas, e nella capitale, Washington D.C., dove sono ancora conservati alcuni dei veicoli spaziali protagonisti della conquista della Luna. Poi, in un grande studio virtuale, si ripercorreranno tutte le fasi del primo viaggio degli astronauti verso la Luna. Per rendere più avvincente la cronaca di quei momenti, saranno utilizzate le immagini originali della missione ridigitalizzate dalla NASA, insieme ad attente ricostruzioni grafiche e all’uso di docu-fiction, che daranno allo spettatore l’impressione di vivere in diretta l’atmosfera di quei memorabili giorni. Nella puntata, anche il ricordo di Tito Stagno della lunga diretta che la Rai organizzò per l’evento e una testimonianza inedita di Gina Lollobrigida, che mostrerà alcune immagini della festa data nella sua casa di Roma in onore dei tre astronauti, giunti nella capitale nel corso del tour mondiale che seguì la loro impresa. Un’impresa che si è ripetuta con successo soltanto altre cinque volte e poi, dal 1972, mai più tentata.

 

Quella notte sulla Luna: Second Screen

Quella notte sulla Luna andrà in onda su Rai 1 in prima serata ma anche in diretta streaming su Raiplay e a poche ore dalla messa in onda anche sulla Guida dello stesso portale.



http://www.tvblog.it/rss2.xml

Cabine Armadio Componibili

www.lorodipulcinellabolzano.it