Real Madrid: critiche a Kroos e Casemiro, esonerato tecnico giovanili


MADRID – Aveva criticato alcuni giocatori del Real Madrid, così il club di Florentino Perez ha deciso di licenziare Alvaro Benito, tecnico del ‘Juvenil B’ merengue. “Casemiro e Kroos con me non giocherebbero nemmeno un minuto”, questa la frase che è costato il posto a Benito, ex grande promessa del vivaio del Real, arrivato a debuttare in prima squadra nel 1995, ma poi costretto a un prematuro ritiro per un’interminabile serie di problemi fisici.

CRITICHE A CASEMIRO E KROOS – Tre anni fa Benito è tornato al Real Madrid da allenatore, nel frattempo è diventato anche opinionista radio-televisivo lavorando per Movistar e Cadena Ser. Polivalente non solo come sportivo, ma anche nella vita in generale, Alvaro Benito è anche musicista e ha fatto parte di alcune band. A scatenare l’ira della dirigenza madridista sono stati i commenti che ha fatto a Cadena Ser dopo il brutto Ko (0-3) del Real al Bernabeu contro il Barcellona in Coppa del Re. “Ci sono giocatori molto molto lontani dal proprio livello abituale – ha spiegato Benito -. Penso a Casemiro, che in questo momento per me non è in condizione di giocare nemmeno un minuto, o a Kroos: quando abbiamo il vento a favore navighiamo alla grande, ma quando è contrario non mettiamo nemmeno la barca in acqua”.

L’ATTACCO A RAMOS – Poi l’attacco ad altri giocatori, su tutti il capitano Sergio Ramos: “I primi due gol sono assolutamente evitabili: nel primo Sergio Ramos, che magari era ancora indolenzito per un colpo ricevuto nel primo tempo, entra molle al contrasto con Suarez, la palla era sua. E il secondo è una disattenzione tremenda, il Barcellona non deve fare nemmeno una gran giocata. Casemiro rientra al trotto, è tutto molto sorprendente”. I dirigenti del Real sono stati irremovibili, e il tecnico della ‘Juvenil B’ è stato mandato via. Al suo posto è stato messo una leggenda del Real, quel Raul che ha anche lui intrapreso la carriera di allenatore.