Sci, Coppa del Mondo: Paris vince la discesa libera di Kvitfjell


KVITFJELL (Norvegia) – Dominik Paris ha vinto – 13° successo in carriera – la discesa libera di coppa del mondo di Kvitfjell, in Norvegia. L’azzurro, sceso con il pettorale numero 7, è stato il più veloce in 1’45″74. Alle sue spalle lo svizzero Beat Feuz (1’45″99) e l’austriaco Matthias Mayer (1’46″11). “Non era facile – ha detto Paris – ma ho spinto davvero forte ed è andata bene. Su questa pista avevo già vinto nel 2016 e sapevo bene dove potevo fare al meglio. Quest’anno mi diverto davvero un sacco a sciare, e in pista riesco a fare quello che voglio: si vede”.
14esimo posto per Christof Innerhofer (1’47″20), 16esimo Mattia Casse (1’47″37), più indietro sono finiti Matteo Marsaglia (1’47″76) e Werner Heel (1’48″36) che a 36 anni sulle nevi norvegesi ha disputato l’ultima gara della carriera (3 successi, il primo proprio a Kvitfjell nel 2008). Per Paris, oro in superG ai recenti mondiali di Are, si tratta della terza vittoria stagionale in discesa dopo quelle di Bormio (dove ha vinto anche il superG) e Kitzbuehel.

Caccia alla coppa

Paris resta ancora in corsa per la conquista della coppa di disciplina: manca una gara e Feuz guida la classifica generale con 500 punti contro i 420 dell’azzurro. Tutto si deciderà nell’ultima gara in programma tra una settimana a Soldeu, in Andorra, con Feuz decisamente favorito. “Feuz scia molto forte e io sapevo che in questa dovevo fare per forza tutto al meglio. E’ già difficile stargli davanti, per cui fare la differenza con i punti di classifica lo è ancora di più. Comunque i conti si faranno alla fine. E intanto penso che le gare siano belle anche così, ed è una vittoria che mi piace molto”. Domani a Kvitfjell tocca al SuperG, altra gara per Paris in corsa anche per questa coppa ma con migliori possibilità di successo.

Cancellato superG femminile di Sochi, Shiffrin vince coppa del mondo

Continua a imperversare la neve nella località russa di Sochi, sede delle Olimpiadi Invernali 2014. Dopo le cancellazioni delle prove nei giorni scorsi e il cambio di programma obbligato con la cancellazione della discesa di sabato, sostituita da un supergigante, è arrivato anche l’annullamento del supergigante, posticipato dalla Federazione Internazionale a domenica 3 marzo. Il supergigante già in calendario il 3 marzo e fissato come recupero di quello annullato a gennaio a St. Anton è stato a sua volta cancellato. Nel frattempo, stante l’assenza di Petra Vlhova a queste gare, Mikaela Shiffrin si è assicurata aritmeticamente la Coppa del mondo generale per il terzo anno di fila.