Sciarpe, giubbini, cappotti. Cartabianca e il pubblico in studio infreddolito


A Cartabianca il pubblico in studio inquadrato sempre con giubbini, sciarpe e cappotti. La Berlinguer ammette: “Tutti dicono che qui fa molto freddo”. Il precedente (sempre in Rai) di Maurizio Costanzo

Mi raccomando, copriti bene”. Il consiglio di ogni mamma al proprio figlio potrebbe tornare utile al pubblico di Cartabianca che, puntualmente, ogni martedì sera si ritrova ad assistere al talk di Bianca Berlinguer con l’abbigliamento di chi si ritrova a passeggiare in strada in una qualsiasi serata invernale.

Sciarpe, giubbini, maglioni, cappotti. Chi più ne ha, più ne metta. E quella che all’apparenza può sembrare solo una singolare suggestione, è stata al contrario confermata dalla conduttrice, che ha sottolineato le temperature polari in studio.

Ci dicono tutti che qui fa molto freddo”, ha detto la giornalista a Nicola Zingaretti, neo segretario del Pd reduce qualche tempo fa dalla mega sudata all’assemblea nazionale del partito.

Quello degli studi ‘congelati’ è un ritornello ricorrente, specialmente in Rai. A volte a lamentarsi sono gli ospiti, in altre occasioni gli stessi padroni di casa. Celebre e indimenticabile la protesta del 2016 di Maurizio Costanzo che si presentò in onda a Parliamone con la sciarpa nonostante il calendario segnasse l’11 aprile.

Dalla prossima puntata vengo col colbacco e cappotto”, avvertì Costanzo. “Il primo starnuto e giuro che lo metto in conto a qualcuno in Viale Mazzini. Questa è la mia assoluta determinazione. Spero che qualcuno provveda a denunciare questo orribile disservizio, non muovo quasi più le mani”.



http://www.tvblog.it/rss2.xml