Scompare la posizione esatta dai tweet. “È poco usata”


Twitter elimina la possibilità di indicare nei tweet la propria posizione esatta, e cioè di condividere informazioni precise sulla localizzazione come longitudine e latitudine. La novità è stata annunciata in settimana dal microblog, che ha motivato la scelta con lo scarso uso di questa geolocalizzazione da parte degli utenti. La scelta, dunque, non avrebbe nulla a che fare con la privacy.

“La maggior parte delle persone non tagga la sua posizione esatta nei tweet, così stiamo rimuovendo questa opzione per semplificare la vostra esperienza quando twittate”, ha spiegato il social in un cinguettio. La possibilità di far sapere esattamente dove si è rimane comunque disponibile quando si posta una foto usando la fotocamera di Twitter. In questo caso, osserva la compagnia, la geolocalizzazione può rivelarsi utile a condividere ciò che sta avvenendo “sul campo”, che sia un fatto di cronaca o, più frequentemente, un momento di shopping o ristorazione.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica