Serie B: Perugia-Verona 1-2, Bianchetti e Henderson fanno sorridere Grosso


PERUGIA – L’ex Grosso (91 presenze e 7 reti da giocatore dal 2001 al 2004) gioca un brutto scherzo al Perugia nell’anticipo della 28/a giornata di serie B: porta via dal Curi tre punti d’oro (0-2) con il suo Verona e tiene vivo il sogno degli scaligeri di tornare direttamente in serie A. I gialloblu, che confermano il buon momento (quarta vittoria nelle ultime 5 giornate), hanno vinto con merito una gara in cui hanno prodotto di più e hanno mostrato maggior determinazione di un avversario incapace di tessere trame realmente pericolose.

BIANCHETTI E HENDERSON GELANO IL CURI
Dopo un primo tempo equilibrato e soporifero, con mezza occasione per parte (Faraoni per gli scaligeri, Kingsley per gli umbri), il Verona cambia passo: sfiora il bersaglio di testa con Dawidowicz e sblocca il risultato (53′) con un altro colpo di testa, stavolta di Bianchetti, su angolo dalla destra di Laribi. Il Perugia accusa il colpo e al 60′ incassa lo 0-2: Faraoni dalla destra libera al limite Henderson che con un preciso rasoterra infila di nuovo Gabriel.

INUTILE GOL DI VERRE
La squadra di Nesta si scuote solo negli ultimi 10′ e all’86’ riduce le distanze: dopo due occasioni mancate da Dragomir e Verre e un tiro di Melchiorri, respinto d’istinto da Silvestri, ci pensa Verre a infilare il portiere ospite con un preciso destro rasoterra al termine di una bella serpentina in area. Il Verona va un po’ in affanno ma si chiude con ordine riuscendo a condurre in porto un risultato che, almeno per una sera, gli consente di godersi il 2° posto, anche se in coabitazione con il Palermo.