Superlega, Perugia saldamente al comando: ma Trento ci spera ancora



ROMA – Due dal termine dalla regular season, il torneo di volley prosegue senza scossoni. La Sir Safety Conad Perugia che nell’anticipo del sabato ha infilato il ventunesimo successo: 3-0 (25-19, 25-18, 25-22) senza storia alla Kioene Padova. I ragazzi di Lorenzo Bernardi non hanno mai rischiato e sono riusciti a chiudere il match amministrando e gestendo i ritmi del match. Topscorer il solito Leon che ha messo a terra ben 21 punti portando gli umbri a quota 63 punti in classifica. Se Perugia chiama l’Itas Trentino risponde: la compagine di Lorenzetti non molla l’idea di poter agganciare la capolista e battendo Ravenna per 3-0 (25-23, 25-17, 25-22) resta a -3 dalla vetta. Partita comunque spigolosa per Uros Kovacevic (16 punti) e compagni, con Trento che vince il primo e il terzo set sul filo di lana e addirittura nel parziale conclusivo i padroni di casa rimettono in piedi una situazione che ormai sembrava protrarsi al quarto periodo. Con questa sconfitta Ravenna dice addio matematicamente al sogno di partecipare ai playoff.

La lotta per la vetta è da espandere anche alla Lube Civitanova che continua a macinare successi: i marchigiani, nell’anticipo del sabato, hanno sconfitto Milano 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21) e si sono portati a quota 59, a -1 da Trento, in una partita bella ed equilibrata. Blinda il sesto posto Verona che supera in scioltezza Vibo Valentia per 3-0 (25-21, 25-16, 25-15) e si porta a quota 40 punti in classifica. Sconfitta che invece fa stare tutt’altro che tranquilla la squadra calabrese che rimane ferma a 19 visto che Siena, penultima con 15 lunghezze, perde contro Modena al tie-break (14-25, 19-25, 29-27, 30-28, 9-15) ma riesce in qualche modo a tenere aperta la lotta salvezza grazie ad una grandissima reazione di orgoglio nel terzo e nel quarto set. I due punti comunque vanno a Modena, trascinata da uno scatenato Ivan Zaytsev che conclude la sua gara con 30 punti all’attivo. Arriva il primo verdetto stagionale visto che viene sancita la retrocessione matematica in Serie A2 della Bcc Castellana Grotte: i pugliesi lottano sul campo di Monza ma vengono sconfitti per 3-1 (23-25, 25-15, 25-19, 26-24). I padroni di casa vengono trascinati da Donovan Dzavoronok (28 punti) e si prendono il settimo posto scavalcando Padova.

Per chiudere vittoria in trasferta di Latina che espugna Sora 2-3 (25-21, 25-19, 22-25, 23-25, 15-17) con un grande successo in rimonta che le permette di affiancare i ciociari al decimo posto in un finale di campionato senza ormai obiettivi per entrambe le squadre.

RISULTATI
Emma Villas Siena-Azimut Leo Shoes Modena 2-3 (14-25, 19-25, 29-27, 30-28, 9-15)
Cucine Lube Civitanova-Revivre Axopower Milano 3-1 (25-23, 23-25, 27-25, 25-21)
Itas Trentino-Consar Ravenna 3-0 (25-23, 25-17, 25-22)
Sir Safety Conad Perugia-Kioene Padova 3-0 (25-19, 25-18, 25-22)
Globo Banca Popolare del Frusinate Sora-Top Volley Latina 2-3 (25-21, 25-19, 22-25, 23-25, 15-17)
Calzedonia Verona-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-16, 25-15)
Vero Volley Monza-BCC Castellana Grotte 3-1 (23-25, 25-15, 25-19, 26-24)

CLASSIFICA: Sir Safety Conad Perugia 63 punti; Itas Trentino 60; Cucine Lube Civitanova 59; Azimut Leo Shoes Modena 47; Revivre Axopower Milano 45; Calzedonia Verona 40; Vero Volley Monza 36; Kioene Padova 35; Consar Ravenna, Top Volley Latina, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 25; Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19; Emma Villas Siena 15; BCC Castellana Grotte 10.