Tennis, Indian Wells: avanzano Federer e Nadal, fuori Fognini. Serena Williams si ritira



INDIAN WELLS (STATI UNITI) – L’Italtennis è fuori, almeno in singolare, dal “BNP Paribas Open”, il prestigioso appuntamento combined in corso sui campi in cemento di Indian Wells, in California. Anche Fabio Fognini infatti è uscito di scena all’esordio, direttamente al secondo turno, nel primo Atp Masters 1000 del 2019, dotato di un montepremi di $8.359.455 dollari: il 31enne di Arma di Taggia, numero 17 del ranking mondiale e 16esima testa di serie, ha ceduto con il punteggio di 6-0 7-6(4), dopo un’ora e 26 minuti, al moldavo Radu Albot, numero 53 Atp, proveniente dalle qualificazioni, vincitore un paio di settimane fa del suo primo titolo a Delray Beach. All’azzurro non resta che consolarsi con il doppio, dove in coppia con Novak Djokovic si sono qualificati per i quarti di finale grazie al successo per 6-4 1-6 10-8 sul duo composto dal veterano indiano Rohan Bopanna e dal Next Gen canadese Denis Shapovalov. Fuori all’esordio, invece, Marco Cecchinato e Andreas Seppi, che hanno ceduto per 6-4 6-0 alla coppia terza favorita del seeding, composta dall’austriaco Oliver Marach e dal croato Mate Pavic.

FEDERER, NADAL E WAWRINKA AL 3° TURNO – Dopo Novak Djokovic, esordio con vittoria anche per Roger Federer e Rafa Nadal nel Masters 1000 americano. Il fuoriclasse svizzero, numero 4 del mondo, supera 6-1 7-5 il tedesco Peter Gojowczyk, numero 85 della classifica mondiale, e sarà opposto al terzo turno al connazionale Stan Wawrinka, numero 40 Atp, che ha superato 6-4 6-7 (5) 7-5, dopo quasi tre ore e mezza di lotta, l’ungherese Marton Fucsovics. Tutto facile anche per lo spagnolo Rafael Nadal, numero 2 del ranking mondiale e del tabellone, tre volte vincitore del torneo (2007, 2009 e 2013), che ha liquidato con un doppio 6-1, in poco meno di un’ora ed un quarto di partita, lo statunitense Jared Donaldson, numero 192 Atp e in gara con una wild card, rientrato nel circuito a Delray Beach dopo uno stop di sei mesi per infortunio al ginocchio. Tra gli altri big in tabellone il giapponese Kei Nishikori ha la meglio per 6-4 4-6 7-6 (4) sul francese Adrian Mannarino, numero 52 Atp. Avanza in tabellone anche John Isner, il numero 9 del ranking mondiale lascia due soli game all’australiano Alexey Popyrin battuto 6-0 6-2.

Altri risultati 2° turno: Hurkacz (POL) b. Pouille (FRA, 28) 6-2 3-6 6-4, Shapovalov (CAN) b. Johnson (USA) 6-3 6-4, Cilic (CRO, 10) b. Lajovic (SRB) 6-3 6-4, Wawrinka (SUI) b. Fucsovics (HUN, 29) 6-4 6-7(5) 7-5, Isner (USA, 8) b. Popyrin (AUS) 6-0 6-2, Pella (ARG, 32) b. Bolt (AUS) 7-6(5) 2-6 6-3, Khachanov (RUS, 12) b. F.Lopez (ESP) 6-3 1-6 6-4.

AVANZANO HALEP E SVITOLINA, RITIRO SERENA WILLIAMS – Nel torneo femminile, primo Wta Premier Mandatory stagionale (montepremi di 9.035.428 dollari), Simona Halep, numero due del mondo, stacca il pass per gli ottavi di finale nella parte bassa del tabellone. La rumena ha regolato 7-6 (3) 7-5, in un’ora e 47 minuti, l’ucraina Katerina Kozlova, numero 114 Wta. Prossimo ostacolo per la Halep sarà la ceca Marketa Vondrousova, numero 61 Wta, che ha piegato 4-6 6-3 6-4, dopo due ore e 2 minut di gioco, la lettone Jelena Ostapenko, numero 22 del mondo. E’ stata invece costretta al ritiro Serena Williams: la 37enne statunitense, numero 10 del ranking mondiale e del seeding, vincitrice di questo torneo nel 1999 e nel 2001, ha dovuto lasciare il campo nel match contro la spagnola Garbine Muguruza sul punteggio di 6-3 1-0 in favore dell’iberica dopo aver chiesto un medical time out alla fine della prima frazione ed essersi fatta misurare anche la pressione (Serena accusava vertigini e spossatezza: il comunicato ufficiale parla di virus influenzale). Muguruza sfiderà per un posto nei quarti l’olandese Kiki Bertens, numero 7 Wta, che ha superato 7-6 (10) 6-4 la britannica Johanna Konta, numero 45 Wta.
Altri risultati 3° turno: Vondrousova (CZE) b. Ostapenko (LAT, 22) 4-6 6-3 6-4, Andreescu (CAN) b. Voegele (SUI) 6-1 6-2, Svitolina (UKR, 6) b. Gavrilova (AUS) 7-5 6-4, Barty (AUS, 12) b. Brady (USA) 6-3 6-2.