The Blacklist settima stagione, rinnovo in tasca con tutto il cast


Le firme di James Spader e Megan Boone sui contratti hanno favorito il rinnovo per una settima stagione di The Blacklist

La settima stagione di The Blacklist si farà. Un po’ a sorpresa mentre la sesta stagione è ancora a metà della sua corsa con l’undicesimo episodio in onda il 15 marzo negli Stati Uniti, NBC ha deciso di rinnovare per una settima stagione la serie.

Un rinnovo assolutamente non scontato e non semplice per diverse ragioni. In primo luogo perchè notoriamente gli attori di serie broadcaster hanno accordi bloccati per sei stagioni quindi anche se le rinegoziazioni in corso non mancano, potenzialmente se un attore lavora per una serie drammatica o comedy di un canale broadcaster (CBS, NBC, ABC, The CW e Fox) sa che fino al rinnovo per la sesta stagione sta più o meno tranquillo. Con la settima stagione iniziano le trattative annuali per i contratti che spesso tengono sul filo i rinnovi delle serie.

A complicare la situazione di The Blacklist c’è il fatto che non è una produzione interna di Universal, società di cui fa parte NBC. La serie è infatti co-prodotta con Sony Pictures Tv anche se nel corso degli anni Universal è diventata co-produttrice al 50% della serie iniziando quindi ad avere interessi economici sul progetto. Proprio questo aspetto e l’accordo milionario che nel 2014 la produzione firmò con Netflix per la distribuzione internazionale della serie (ma non in Italia dove va su Fox Crime), un accordo da 2 milioni a episodio, sicuramente ha favorito la decisione del rinnovo.

La settima stagione vedrà la presenza del cast principale della serie, aspetto fondamentale per la prosecuzione della serie. Sembra che James Spader, interprete del protagonista Red Reddington, avesse firmato già da diverso tempo e che con la sua firma in tasca Sony abbia poi iniziato le trattative con gli altri tra cui ovviamente Megan Boone e a seguire Diego Klatenhoff e Harry Lennix.

Al momento non è stato annunciato se la settima stagione sarà l’ultima, cosa probabile per non dover ricominciare le trattative sui rinnovi, né quanti episodi avrà. La serie dopo un iniziale successo numerico, è pian piano calata negli ascolti fino a questa sesta stagione che, in onda il venerdì, serata mai esaltante sotto il profilo degli ascolti, ha una media dello 0.6 di rating tra il pubblico 18-49 anni e di 4 milioni nel totale degli spettatori. Numeri che crescono nei dati dei giorni successivi, mostrando un affetto e interesse verso la serie che indubbiamente ha contribuito al rinnovo.

The Blacklist si aggiunge ai rinnovi di Chicago Fire, PD e Med, della novità New Amsterdam e delle commedie The Good Place, Superstore, Brooklyn Nne-Nine (e Will & Grace già ordinata però per due stagioni in precedenza). Tra le serie tv ancora in attesa di rinnovo This is Us non avrà sicuramente problemi e il mancato annuncio è probabilmente legato alla decisione di trovare la formula giusta con 20th Fox che produce la serie, magari rinnovandola anche in questo caso per due stagioni come fatto dopo la prima.

Tranquilli possono stare anche i fan di Law & Order: SVU, la stagione 21 non dovrebbe essere un problema. Le novità Manifest e The Enemy Within, la prima prodotta da Warner Bros e la seconda da Universal, sono entrambe in bilico, così come Blindspot e Good Girls, ma difficilmente una decisione arriverà prima di maggio in questi casi.



http://www.tvblog.it/rss2.xml