Un ‘guscio morbido’ contro le cadute degli anziani


UN ‘guscio morbido’, un capo di abbigliamento che funga da ‘esoscheletro’ per correggere, sostenere ed evitare la perdita di equilibrio e le cadute delle persone anziane, prevenendo il rischio di fratture e disabilità tipiche dell’età, uno degli obiettivi delle politiche sociosanitarie per la promozione dell’invecchiamento attivo.

Lo sta studiando l’Università di Padova, con un progetto finanziato dal ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con la Harvard Medical School (Usa). “Il progetto è articolato in due fasi – spiega Alessandra Del Felice del Dipartimento patavino di Neuroscienze -. Acquisiremo in Laboratorio di Analisi del Movimento la cinematica articolare, cioè le modalità del cammino di ciascun individuo, associato all’attività cerebrale e muscolare in soggetti anziani sani. Potremo così mappare il controllo del cammino e utilizzare queste informazioni per controllare un dispositivo innovativo per la prevenzione delle cadute nell’anziano”.

Il laboratorio di Harvard ha prodotto un “esoscheletro morbido”, dei pantaloni in cui sono integrati piccoli motori meccanici che possono supportare il movimento. Nella seconda parte del progetto, i segnali cerebrali e muscolari saranno integrati nell’esoscheletro morbido e, individuando dei segni di instabilità, invieranno un segnale per prevenire la caduta.

Harvard University, ideatore del prototipo dell’esoscheletro, verrà supportata dall’Università di Padova, dove è forte e stabile il know-how nel campo dell’analisi dei segnali cerebrali, dell’analisi del movimento e dei software intelligenti per la robotica, già applicati a un progetto europeo in corso.

Non si tratta del primo esperimnto in questa direzione. In Italia l’Istituto Italiano di Tecnologia lavora a “un pantalone sensorizzato”, che si chiama XoSoft, e funziona anche qui come “un esoscheletro morbido”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica