“Un proiettile vicino al furgone”


Lo storico inviato di Striscia non è nuovo ad aggressioni di questo genere. L’ultima a Bologna lo scorso novembre.

Non è la prima volta che gli inviati di Striscia La Notizia vengono minacciati, e tra questi lo sa bene Vittorio Brumotti , il campione di bike trial storico inviato della trasmissione, che da tempo si occupa di servizi di denuncia sullo spaccio di droghe in alcune delle piazze più conosciute d’Italia.

Come vedremo raccontato nella puntata di Striscia La Notizia questa sera, è accaduto di nuovo: minacce di morte arrivate a Brumotti stavolta attraverso il ritrovamento di un proiettile. Il biker, con la sua troupe, si trovava a Ciserano, una località nei pressi di Zigonia, per un servizio sulle “palazzine della morte”: veri e proprio edifici abbandonati, presto pronti alla demolizione, all’interno dei quali si spaccia cocaina.

Nonostante sia inizialmente riuscito ad avvicinare i pusher, Brumotti è stato in un secondo momento messo in fuga dal lancio di oggetti dai balconi della palazzina. Il proiettile rinvenuto, vera prova della minaccia, è stato trovato vicino al furgone di Striscia.

L’ultima aggressione in termini di tempo risale soltanto allo scorso novembre, a Bologna. In quell’occasione, Vittorio Brumotti era stato anche rapinato in seguito alla registrazione di un servizio di denuncia sul traffico di stupefacenti, ma anche di armi, in città. In quel caso, un pusher lo aveva avvicinato proponendogli, oltre a della cocaina, anche l’acquisto di un kalashnikov.



http://www.tvblog.it/rss2.xml