Volley, Superlega: Perugia sempre leader, ma Trento e Civitanova non moillano



ROMA – Niente di nuovo in Superlega. Nella ventitreesima giornata la Sir Safety Conad Perugia mantiene la testa della classifica dopo il netto 0-3 (19-25, 23-25, 22-25) sul campo di Ravenna. Gli umbri soffrono solo in un secondo set che per larga parte li ha visti sotto nel punteggio e salgono a quota 60 punti in una classifica che li vede al comando frutto delle venti vittorie stagionali a fronte di tre sconfitte. Dietro le inseguitrici non mollano: l’Itas Trentino vince una partita complicatissima in casa di Milano che nell’ultimo mese e mezzo aveva collezionato solamente vittorie e rimane a 3 punti dalla vetta. I ragazzi di Angelo Lorenzetti rimontano un set di svantaggio e si impongono per 1-3 (25-19, 19-25, 17-25, 23-25 ) grazie al solito duo formato da Aaron Joseph Russell e Uros Kovacevic (rispettivamente 19 e 15 punti) che scardinano la difesa meneghina e regalano tre punti preziosissimi agli ospiti.

Con molta meno fatica la Lube Civitanova ottiene i tre punti sul campo di Latina, uno 0-3 senza storia (14-25, 15-25, 18-25) senza fasi di incertezza. Si tratta del sesto successo di fila per Juantorena e compagni che rimangono attaccati a Trento in classifica, ad un solo punto di distacco. Modena non approfitta della sconfitta di Milano e viene battuta a domicilio da Monza per 1-3 (22-25, 26-28, 25-20, 18-25). Un successo molto pesante per i lombardi che salgono a 33 punti, 8 in più di Ravenna nono e sono vicinissimi alla qualificazione per i playoff. Per la squadra di Julio Velasco è il terzo stop nelle ultime quattro partite. Festa grande per Padova: i padroni di casa vincono nettamente contro Verona, un 3-0 (25-18, 25-19-25-15) che qualifica matematicamente i veneti ai playoff visto che sono 10 i punti di vantaggio sulla nona a tre giornate dalla fine. Sora espugna Vibo-Valentia e si prende la decima posizione in classifica, i ciociari vincono per 1-3 (27-25, 16-25, 23-25, 20-25) con una grandissima prestazione di Dusan Petkovic che mette a terra 25 punti.

Nell’anticipo del sabato è invece arrivata la seconda vittoria di fila per Castellana Grotte: i pugliesi che, sino a due partite fa erano ancora a quota zero successi stagionali, hanno sconfitto la Emma Villas Siena per 3-2 (28-26, 23-25, 16-25, 25-22, 15-13) accorciando a 4 punti proprio dai toscani. Agli ospiti non sono bastati i 28 punti di uno scatenato Yuki Ishikawa.

RISULTATI
Consar Ravenna-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (19-25, 23-25, 22-25)
Top Volley Latina-Cucine Lube Civitanova 0-3 (14-25, 15-25, 18-25)
Revivre Axopower Milano-Itas Trentino 1-3 (25-19, 19-25, 17-25, 23-25)
Kioene Padova-Calzedonia Verona 3-0 (25-18, 25-19, 25-15)
Azimut Leo Shoes Modena-Vero Volley Monza 1-3 (22-25, 26-28, 25-20, 18-25)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 1-3 (27-25, 16-25, 23-25, 20-25)
BCC Castellana Grotte-Emma Villas Siena 3-2 (28-26, 23-25, 16-25, 25-22, 15-13)

CLASSIFICA
Sir Safety Conad Perugia 60, Itas Trentino 57, Cucine Lube Civitanova 56, Azimut Leo Shoes Modena 45, Revivre Axopower Milano 45, Calzedonia Verona 37, Kioene Padova 35, Vero Volley Monza 33, Consar Ravenna 25, Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 24, Top Volley Latina 23, Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 19, Emma Villas Siena 14, BCC Castellana Grotte 10.